lunedì 25 maggio 2009

68
commenti
Alfajores de maicena



Alfajores de maicena

>Gli alfajores de maicena sono biscotti tradizionali Argentini (diffusi in tutto il sudamerica) che consistono in coppie di frollini a base di maizena tenute assieme da dulce de leche, una confettura di latte abbastanza simile al mou che si ottiene facendo bollire per alcune ore il latte zuccherato; questa specialità si può acquistare già pronta o preparare semplicemente facendo bollire per 2 ore, in una pentola piena d’acqua, un barattolo di latte condensato zuccherato (dev’essere sempre coperto abbondantemente di acqua, altrimenti può esplodere); passate le due ore va fatto raffreddare completamente senza toglierlo dall’acqua e poi si può conservare a lungo nel barattolo sigillato o consumare subito. Come la Nutella, questa crema dolcissima è roba per golosi inguaribili.. io la preferisco di gran lunga “nascosta” tra due deliziosi frollini non troppo dolci, invece i puristi vanno direttamente di cucchiaio. A voi la scelta!


Alfajores de maicena

La ricetta: Alfajores de maicena
per una trentina di biscotti

Ingredienti:
  • 100 g di zucchero
  • 130 g di burro morbido
  • 3 tuorli (75 g)
  • 180 g di maizena
  • 120 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • ½ cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • dulce de leche per farcire
Lavorare il burro a crema con lo zucchero e il sale, aggiungere i tuorli e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo, unire la farina setacciata con la maizena e i lieviti ed amalgamare il più velocemente possibile (se usate la planetaria o il robot fermatevi non appena si formerà una palla di impasto); avvolgere con la pellicola e lasciare in frigo per 2 o 3 ore. Stendere l’impasto ad uno spessore di circa 5 mm e, con l’aiuto di uno stampino di 4-5 cm di diametro, ricavare i biscotti e disporli su una o più teglie rivestite di carta forno e rimettere in frigo per almeno 30 minuti. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 10 minuti, sfornare al primo accenno di doratura e lasciar raffreddare completamente su una griglia. Quando i biscotti saranno completamente raffreddati, farcirne la metà con una piccola quantità di dulce de leche, aiutandovi con un cucchiaino o con la sac a poche, e ricoprire con i biscotti rimasti facendo una lieve pressione. Spolverare a piacere con zucchero a velo.

lunedì 11 maggio 2009

38
commenti
Rabarbaro, fragole e cioccolato bianco


Mousse al rabarbaro, gelée di fragole, chantilly al ciocolato bianco

Finalmente sono riuscita ad impossessarmi di una discreta quantità di rabarbaro, una di quelle cose che mi hanno fatto storcere il naso fino a pochi anni fa. E pensate un po’, è andata a finire che io e il rabarbaro non solo abbiamo fatto pace, ma adesso vado persino a cercarlo invano da tutti i fruttivendoli.. per non dire che da qualche anno sto tentando di coltivarlo. Insomma, dopo averci fatto una buonissima confettura e delle semplici sfogliatine, ho preparato della purea di rabarbaro per fare un dolce al cucchiaio per la mia mamma; dato che le fragole e il cioccolato bianco c'erano, ho pensato a questa chiccheria di Aran e, in men che non si dica, sono saltati fuori questi desserts al bicchiere assolutamente favolosi!

La ricetta: mousse al rabarbaro con gelée di fragole e chantilly al cioccolato bianco
per 6 bicchieri

Mousse al rabarbaro
Ingredienti

Per la purea di rabarbaro
  • 250 g di rabarbaro
  • 40 g di zucchero
Per la mousse
  • 200 g di purea di rabarbaro
  • 20 g di zucchero
  • 2 fogli di gelatina
  • 200 g di panna fresca semimontata
Per preparare la purea: tagliare il rabarbaro a pezzi, mescolarlo con lo zucchero e distribuirlo in una teglia; cuocerlo in forno a 180°C per circa 15 minuti (dev’essere morbido ma senza perdere la forma). Frullare il rabarbaro ancora caldo in modo da ottenere una purea, lasciar raffreddare. Mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda. Riscaldare metà della purea con lo zucchero, quando quest’ultimo si è sciolto aggiungere la gelatina sgocciolata e il resto della purea di rabarbaro, mescolando velocemente per evitare che la gelatina si rapprenda. Quando la purea si è raffreddata unire la panna semimontata in 2-3 riprese ed incorporarla delicatamente con una spatola, con movimenti dal basso verso l'alto. Distribuire la mousse nei bicchieri, coprire con pellicola e mettere in congelatore.

Gelée di fragola
Ingredienti
  • 200 g di purea di fragole (fragole frullate)
  • 50 g di zucchero
  • 2 fogli di gelatina
Mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda. Riscaldare metà della purea con lo zucchero, quando quest’ultimo si è sciolto aggiungere la gelatina sgocciolata e il resto della purea, avendo cura di mescolare velocemente. Versarne uno strato sottile nei bicchieri, sulla mousse al rabarbaro e rimettere in freezer.

Chantilly al cioccolato bianco
Ingredienti
  • 150 g di cioccolato bianco
  • 300 g di panna fresca
Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e lasciarlo raffreddare alcuni minuti (non deve solidificare); semimontare la panna fredda, unirne una cucchiaiata al cioccolato e mescolare velocemente. Aggiungere il resto della panna ed incorporarla con delicatezza. Distribuire nei bicchieri e rimettere in freezer.

Trasferire in frigo alcune ore prima di servire, decorare a piacere. Io ho decorato i miei bicchieri con cioccolato bianco polverizzato e pistacchi di Bronte tritati.