martedì 3 marzo 2009

37
commenti
Un cake bollito??

Boiled cake


Avete presente quando vi capita di vedere un dolce in foto e di trovarvi, non si sa come, direttamente in cucina a pesare burro e compagnia bella? Ecco, quando ho visto il cake bollito di Trish Deseine da Sigrid, da inguaribile curiosa, mi sono ripromessa di farlo su-bi-to! E lo sapevo che sarebbe diventato un mio piccolo tormentone.. dalla sua foto si vedeva benissimo, non era la solita tortina morbida ma un dolce rustico e di carattere che mi ha fatto subito ricordare la “Pinza”, un dolce che si trova nel periodo dell’epifania in quasi tutto il triveneto, in mille versioni completamente diverse a seconda della zona; e devo dire che, se solo avessi aggiunto una manciata di semi di finocchio e sostituito parte della farina bianca con farina di mais, avrei potuto spacciarla davvero per una pinza “fuori stagione”. E pensare che il nome detto così non promette grandi cose, almeno, a me faceva un po' impressione l'idea di una torta bollita.. e invece è proprio l’insolito procedimento di bollitura della maggior parte degli ingredienti che conferisce al dolce quella densità che lo rende così particolare, e poi ha un profumo incredibilmente invernale e nordico che ne fa un dolce perfetto per riscaldare le giornate più fredde. Io ho modificato leggermente la ricetta originale di Trish sostituendo parte dell’uvetta con fichi secchi che avevo in casa, aggiungendo l’estratto di vaniglia e rimpiazzando metà dell’acqua con del latte.


Boiled cake
La ricetta: boiled cake
Ingredienti:
  • 100 g di latte
  • 125 g di acqua
  • 150 g di uvetta
  • 150 g di fichi secchi tagliati a dadini piccoli
  • 200 g di zucchero di canna
  • 110 g di burro
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia o i semi di ½ bacca
  • 2 cucchiaini di 4 spezie (oppure 1 cucchiaino colmo di cannella, ½ di zenzero, 1 punta di noce moscata e 1 punta di chiodi di garofano)
  • 1 punta di cucchiaino di sale
  • 1 uovo grande a temperatura ambiente
  • 230 g di farina 00
  • 1 cucchiaino colmo di lievito per dolci (10g circa)
Versare in un pentolino l’acqua, il latte, la frutta secca, lo zucchero, il burro, le spezie ed il sale; mettere su fuoco piuttosto dolce, portare ad ebollizione e lasciar sobbollire per circa 20 minuti, avendo cura di mescolare di tanto in tanto. Lasciar raffreddare completamente ed aggiungere l’uovo leggermente sbattuto e la farina setacciata con il lievito, mescolare il tutto e versare in uno stampo da cake imburrato o rivestito con carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 1 ora e 15 (fare la prova stecchino per verificare la cottura), sfornare subito e lasciar raffreddare completamente prima di servire. Il giorno dopo è ancora più buono!

Boiled cakeBoiled cake

37 ciliegine:

Snooky doodle ha detto...

che bello che e' . quasi quasi lo faccio ora . propio interessante e buono. Complimenti :)

lise.charmel ha detto...

l'avevo visto da Cavoletto e già mi ero incuriosita. poi sabato ho comprato il libro di trish deseine e l'ho visto anche lì. ora lo vedo da te... tre indizi fanno una prova! :)
significa che lo devo provare super prestissimo, perché ne sono molto curiosa, se poi dici che profuma tutta la casa, a maggior ragione
le foto al solito sono splendide

Mary ha detto...

molto interessante , assomiglia al cake che facciamo noi al mio paese ,buono !

Fra ha detto...

E' splendido e l'idea della bollitura è davvero intrigante!
Bravissima
Un bacio
fra

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Anche io ho dovuto provarlo subito :-) Ho usato uvetta e cranberries, e anche io ho infornato a 180°. Anche la versione con fichi si preannuncia gustosissima!

Rossa di Sera ha detto...

Stupende quelle crepe sul cake e anche l'aspetto è invitante!
Da provare assolutamente!

Virginia ha detto...

Urka, veramente interessante questo cake. Di Trish ho quasi tutti i libri, mi piace tantissimo...e questa è una ricetta da mettere decisamente in lista.
Domanda: è riducibile lo zucchero?

elisabetta ha detto...

Il cake in questione mi stuzzica molto, è certamente inusuale. La prima foto è mozzafiato! :D

La ha detto...

E' vero, rustico è rustico ma dev'essere anche buono! Va bene qui da noi in Trentino, ora sta nevicando!

marta ha detto...

Ero già curiosa quando l'ho visto su cavoletto ed adesso che lo vedo anche qua...mi sa che lo devo proprio provare;)))

Roxy ha detto...

Interessante......e poi la preparazione sembra anche molto semplice! Da provare! BAci

Mariolin Careme ha detto...

ti seguo da un pò. e devo dire che sto imparando molto da te, sei molto raffinata. grazie

Ciboulette ha detto...

Questa mi aveva già colpito parecchio dal cavoletto, ora la metto in stand by, tanto dimentico tutto tranne i dolci che mi piacciono....e a questo proposito, le tue coco delights di questa estate.....favolose, grazie!!

fantasie ha detto...

Cara Ciliegina, mi è arrivata la tua e-mail sul mio indirizzo di posta elettronica... siccome non sono molto esperta di computer, non sapevobene come risponderti... lo faccio qui sul tuo blog, che, non smetterò mai di dirlo, è FANTASTICO!!!! Brava! Stefania

Tuki ha detto...

Grazie a tutti! Questo cake è molto più buono di quello che sembra (non è esattamente fotogenico :) Io vi consiglio di provarlo!
@Virginia: scusa per il ritardo.. ridurre lo zucchero? Si può ma tieni conto del fatto che lo zucchero di canna non è dolce quanto lo zucchero bianco.
@Fantasie: heum, ciao.. scusa ma non riesco a collegare il tuo nome a nessuna delle email inviate di recente, mi illumini?

FrancescaV ha detto...

domanda: rimane secco come gusto, tipo pane arricchito? Foto bellissime, complimenti!

Anonimo ha detto...

Questo blog è davvero splendido! Complimenti
Valentina

Tuki ha detto...

@FrancescaV: è compatto ma non esattamente secco, mi sa che ti tocca provarlo ;P
@Silvia: grazie!

Gaia ha detto...

meraviglioso!
questa ricetta finisce nell'archivio ed è da provare assolutamente.
grazie per la dritta!!!!

Vally ha detto...

Ciao complimenti peri blog.. non é che potresti darmi qualche dritta, inerente alle foto.. sono meravigliose quelle che fai.. che cosa usi? hai qlk malizia? e il programma che programma usi..? grazie mille

Tuki ha detto...

Ciao Vally, grazie! per le foto uso una canon eos 400d, solo luce naturale e quando serve uso photoshop per eventuale taglio e livelli.

Gaia ha detto...

e la sono segnata e domani la farò! Ho appena comprato degli stampini monoporzione per plumcake e quale migliore ricetta per inaugurarli?
Complimenti per l foto e le ricette!

ssalsi ha detto...

ciao a tutte, sono nuova del blog e, oltre a complimentarmi per le fantastiche ricette, vorrei chiedere: perchè il mio cake bollito mi viene tanto sgonfio? voglio dire niente a che vedere con quello delle foto con quelle meravigliose crepe...Sbaglio forse il lievito?

Tuki ha detto...

@ ssalsi: questo cake non si gonfia tanto quanto un cake normale, viene piuttosto compatto ma non gommoso. Il lievito è quello per dolci che si trova in tutti i supermercati, non è che hai aggiunto farina e lievito nella miscela ancora calda?

Anonimo ha detto...

Ciao solo ora ho visto questo cake buonissimo, volevo sapere ma lo stampo di che dimensione è? grazie!!!

Lascia un commento