venerdì 24 dicembre 2010

41
commenti
Il panforte margherita e gli auguri


Buon Natale

Vista l'ottima riuscita dei ricciarelli di Siena, quest’anno ho deciso di cimentarmi per la prima volta nella preparazione del panforte margherita, sempre di origine senese. È un dolce che a casa mia piace tantissimo e a Natale non può assolutamente mancare, io invece ho incominciato ad apprezzarlo recentemente e, soprattutto, in porzioni lillipuziane. Da tempo avevo salvato tra i preferiti una ricetta interessantissima trovata in rete, guarda caso, proveniente dalla fabbrica Parenti, esattamente come quella dei ricciarelli del post precedente. Ora, visto che questa fidatissima ricetta prevede l’utilizzo dell’impasto dei ricciarelli, cosa che mi ispirava davvero tanto, l’altro giorno ho pensato bene di conservarne un bel pezzetto per provare finalmente il panforte. E così ho scoperto che non solo il panforte è facilissimo e veloce da fare (a patto di avere l’impasto per ricciarelli), ma che quello casalingo è infinitamente più buono, delicato e profumato di quello in commercio. Io ne ho preparato uno grande e diversi piccoli, perfetti da incartare e regalare assieme ai biscotti e ad altri dolcetti natalizi. Per quanto riguarda la ricetta, datata 1880, mi sono limitata a ridurne drasticamente le dosi, ho poi aggiunto un cucchiaio di miele e lo zenzero, e definito la quantità giusta d’acqua, che non viene specificata. Difficilmente farete in tempo a prepararlo per domani ma, tra un giorno di festa e l’altro, non si sa mai che vi venga la voglia di provarlo. Intanto vi faccio tanti, tantissimi auguri di un dolcissimo Natale!


Panforte margherita
Panforte margherita

La ricetta: Panforte margherita
per circa 1 kg di panforte

Ingredienti:
  • 250 g di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio colmo di miele
  • 80 g di acqua
  • 300 g di cedro candito
  • 50 g di arancia candita
  • 300 g di mandorle pelate e tostate
  • 100 g di impasto per ricciarelli
  • 120 g di farina
  • un baccello di vaniglia
  • 2 cucchiaini colmi di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • una punta di cucchiaino di noce moscata in polvere
  • una punta di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
  • ostia
  • zucchero a velo

Versare l’acqua, lo zucchero ed il miele in un pentolino e preparare uno sciroppo; quando lo zucchero si è sciolto completamente togliere dal fuoco, aggiungere i canditi e mescolare bene. Rimettere sul fuoco, riportare a bollore e lasciar bollire per circa 3 minuti (circa 109°C), spegnere ed incominciare ad aggiungere le mandorle, l’impasto per ricciarelli spezzettato, le spezie e la farina, mescolando continuamente per amalgamare il tutto (questo passaggio piuttosto faticoso si può effettuare in planetaria, utilizzando il gancio per impasti pesanti). Versare l’impasto ancora caldo sulla spianatoia e, aiutandosi con poca farina, lavorarlo brevemente e dividerlo in due. Infarinare leggermente ogni pezzo per non farlo attaccare, dargli una forma rotonda e pressarlo bene in uno stampo da 18-20 cm in cui avremo precedentemente rivestito il fondo con un disco d’ostia (o carta forno) e le pareti con una strisciolina di carta forno. Spolverare con zucchero a velo e cuocere in forno statico preriscaldato a 150°C per circa 25-30 minuti (per i formati più piccoli bastano venti minuti). Lasciar raffreddare e spolverare con altro zucchero a velo.

Panforte margherita

41 ciliegine:

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Mi piacciono queste ricette datate che portano con sé una grande tradizione! Sono passata per farti i miei più sentiti auguri di buone feste, Un caro saluto.


Sara

ichigo ha detto...

mi piace molto questo dolce natalizio,anche se l'ho assaggiato per la prima volta solol'anno scorso.prima ero convinta che non facesse per me.secondo me la porzione lillipuziana è d'obbligo.
Un caro augurio di buone feste!!

Elga ha detto...

Un Natale all'insegna della tradizione, è sempre il mio preferito. Tantissimi auguri di serene feste,
Elga

viola ha detto...

Cara Tuki..dev'essere una gran fortuna averti come amica.....dei regali così sono preziosissimi...
Mi hai proprio convinta. Proverò di sicuro prima i ricciarelli, che adoro e poi il panforte che come te non mi ha mai entusiasmata, ma si cambia...almeno in certe cose, e sicuramente nei gusti! vale la pena provare......
Ti faccio tantissimi auguri per un felice e sereno Natale. Un abbraccio

Your Noise ha detto...

Chissà che buono... :)
Tanti auguri cara Tuki, un bacione
Agnese

stelladisale ha detto...

tanti auguri di buon natale, i tuoi dolci son sempre una meraviglia! :-)

Anonimo ha detto...

Mamma che buono il panforte, altro che porzioni lillipuziane.. tanti auguri Tuki!

Simo ha detto...

Favoloso!!!!!!!!!!!
Auguroni anche a te e ai tuoi cari

Mari e Fiorella ha detto...

Abche questo ti è venuto una meraviglia....e ancora TANTI AUGURI!!!!!

ilaria ha detto...

tanti auguri Tuki, quel panforte sembra davvero delizioso!

EliFla ha detto...

Stupendi...come mi auguro e ti auguro sia questo Natale, bacioni, flavia

Laura ha detto...

Buon Natale Tuki! Non volevo che un altro anno passasse cosi,in silenzio,senza dirti che ti seguo ogni giorno e ti sono grata per le ottime ricette che "tento" di seguire e le foto incantevoli che mi fanno sognare.
Grazie!
Laura@RicevereconStile

Anonimo ha detto...

Ciao Tuki:) Scrivo da Polonia. Ho capito bene, il cedro? Cos'e in particolare? Di cosa potrei sostituirlo?
Grazie a tante ricette meravigliose!
Julia

A la Mode de Gitte ha detto...

Tellement alléchant et les photos sont de vrais nuages pleins de beauté !

http://alamodedegitte.blogspot.com/

Rebecca ha detto...

ciao! ho appena scoperto il tuo blog e mi piace tantissimo!!! bellissime le foto!:)
ti ho subito aggiunta nei blog che leggo!
baci!

Anna ha detto...

Bellisimi questi mini panforte e poi se dice che sono facili da preparare mi metterò subito all'opera. Le foto ovviamente sono bellissime.
Visto che Natale è passato ti auguro un anno bellissimo!
Anna

lerocherhotel ha detto...

Complimenti per il blog, per le ricette e per le fotografie stupende!
Auguri di Buon Anno!

La Gaia Celiaca ha detto...

accidenti! ma quel panforte è perfetto!
ti faccio tutti i miei complimenti, e, già che ci sono, pure gli auguri per un dolcissimo 2011!

Kiara ha detto...

Che meraviglia... sei bravissima!!!!! Un bacio e auguri di cuore!

franci e vale ha detto...

ciao Tuki! volevo dirti che oggi ho fatto il tuo panforte ed è venuto una meraviglia!! ieri sera ho fatto il cedro candito, ma non avevo l'impasto per i ricciarelli, allora ho usato solo la semplice farina di mandorle, ma il risultato credo sia buonissimo comunque! grazie tante, ho fatto tante tue ricette e sono sempre perfette! ciao, franci

Eléonora ha detto...

Bravissima... Auguri di Francia e un buon anno a te e famiglia...

Ape Zoppa ha detto...

semplicemente meraviglioso! Metto subito da parte questa ricetta per il prossimo natale: mi sembra anche un'ottima idea regalo! :)

Lauradv ha detto...

Complimenti! Hai fatto un capolavoro! Quest'anno è ormai passato ma il prossimo anno mi cimento anche io!

elisa ha detto...

sei mitica! io adoro il panforte, adesso metto la tua ricetta nei preferiti e chissà..prima o poi ci devo provare anche io.
grazie! e buon anno!

madama bavareisa ha detto...

Ciao!
Scusa tantissimo l’effetto “spam”, ma abbiamo pochissimo tempo per avvisare tutti! Dopo il successo della precedente, decolla una nuova iniziativa food-bloggers contro l’atteggiamento indegno del Governo nei confronti delle donne. Qui trovi tutte le info. Vieni a leggere, grazie!
http://merendasinoira.wordpress.com/2011/01/24/entro-il-6-febbraio-liberiamoci-del-maiale/
http://kemikonti.blogspot.com/2011/01/nuovo-post.html

monica ha detto...

complimenti le tue ricette sono invitanti, da mangiare ma anche da provare. Anche io a Natale ho regalato tanti dolci e pane con la frutta secca, mi sembra un modo bellissimo di pensare alle persone care. Ti seguo....

Patty ha detto...

Splendido post. Pensare che vivo a Siena da sempre ed adoro questo dolce (per altro non facile da apprezzare completamente vista la sua "ricchezza") e mi è sempre sembrato impossibile da preparare...sembra invece così semplice attraverso le tue parole. E che packaging delizioso. Adoro il tuo sito, è assolutamente elegante. Ti seguo con grande piacere. Buon Anno anche se in ritardo.
Pat

Benedetta ha detto...

Uffff...ogni tanto passo e mi rimetto a guardare tutto..ogni giorno vorrei fare una di queste cose meravigliose, ora, complice anche la nuova iniziativa delle fattorie Fiandino, mi sono innamorata di quel gelato al caramello...Mi sono dimenticata di dirti che poi ho fatto i baci di dama, sono andati a ruba, sono venuti leggermente piu' piatti dei tuoi ma posso migliorare :-) Non sono nemmeno riuscita a fotografarli! E ora quando ho un momento..gelato? O shortbread al caramello? O i tuoi magnifici cheesecake? In ogni caso, Grazie, perchè passare di qui mi rasserena davvero!
un abbraccio!

Meg ha detto...

Bellissimo blog, complimenti! sei una cuoca eccezionale! eccomi tra i tuoi "lettori fissi" .Questo dolce come anche i precedenti sono meravigliosi! complimentissimi!

donatella ha detto...

Una vera meraviglia! in questo periodo festeggio il primo anniversario da quando ho iniziato ad amare alla follia il panforte!!! non piaceva, o almeno lo credevo: lo scorso anno, la scintilla!
sei stata più che una pasticcera, bravissima!

Donatella ha detto...

Adoro il Panforte ma quello fatto in casa.....nella mia famiglia si fà una ricetta della mia nonnina ed è meraviglioso....ma sicuramente proverò anche questa versione!!!
Se sei curiosa... ti metto il link alla mia ricetta!!
Buone Feste!!!
http://ingredienteperduto.blogspot.it/2012/12/panforte-di-casa-miaovvero-torta-di.html

Lascia un commento