lunedì 31 gennaio 2011

108
commenti
Doughnuts!



Doughnuts
Se la parola doughnut non dovesse ricordarvi nulla, avrete sicuramente presente le famosissime ciambelle tanto (br)amate da Homer Simpson! Le ho sempre viste ovunque ma, francamente, non le avevo mai fatte prima d’ora, nè assaggiate. Mi hanno sempre simpaticamente ricordato le zeppole di patate, le ciambelle della mia infanzia, che sono delle lontane e buonissime cugine nostrane dei doughnuts. Ovviamente, da quando nella mia libreria è entrato “Doughnuts”, della bravissima Lara, non ci sono state più scuse. Anzi, a dire il vero una scusa c’è. Io non amo friggere, a meno che non sia così ispirata da dimenticare le simpatiche conseguenze della frittura (ne vogliamo parlare?). Fortunatamente Lara è stata abbastanza previdente da inserire una ricetta di doughnuts al forno che, come dice la presentazione, non hanno proprio nulla da invidiare alla versione fritta. Complice anche la foto, che rende perfettamente l’idea della sofficità del risultato, non ho proprio saputo dire di no. E ne sono stati tutti felici perchè queste ciambelle sono davvero divine nella loro semplicità, incredibilmente leggere e profumate. Come al solito vi riporto la ricetta, con qualche mia modifica, e vi invito caldamente a provare :)

Doughnuts
La ricetta: Doughnuts al forno
per 15 ciambelle

Ingredienti:
  • 1 uovo a temperatura ambiente
  • 225 ml di latte intero tiepido
  • 60 g di zucchero semolato
  • 450 g di farina* (ho utilizzato 60% di manitoba e 40% di “00”)
  • 7g di lievito di birra disidratato
  • 100 g di burro a temperatura ambiente
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia (o i semi di 1/2 bacca)
  • 1 pizzico di sale
per la finitura:
  • burro fuso
  • zucchero semolato

Versare in planetaria l’uovo leggermente battuto, lo zucchero, il latte, l’estratto di vaniglia e il sale, mescolare bene il tutto utilizzando la foglia (o K). Aggiungere circa 2/3 della farina assieme al lievito, impastare a bassa velocità fino a quando l’impasto non risulterà omogeneo. Montare il gancio ed azionare la planetaria a velocità medio-bassa, aggiungere il burro precedentemente tagliato a cubetti, un pezzetto per volta, ed impastare fino a quando l’impasto non avrà assorbito tutto il burro, circa 5 minuti. Aggiungere la farina rimanente, un po’ per volta (non è detto che dobbiate finire tutta la farina), ed impastare fino ad ottenere un impasto lucido ed elastico, morbido ma non eccessivamente appiccicoso. Versare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo brevemente a mano, fino a quando non si attaccherà più alle mani. Trasferire l’impasto in un recipiente leggermente unto, coprire con uno strofinaccio umido e lasciar lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio, per circa un ora. Sgonfiare l’impasto e stenderlo ad uno spessore di circa 1 cm o poco più, ricavare i doughnuts utilizzando due coppa pasta (uno da 7,5 cm di diametro e l’altro da 2,5 cm) e sistemarli ben distanziati sulle teglie rivestite di carta forno. Coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per circa 20-30 minuti, o fino a quando il volume delle ciambelline non sarà raddoppiato. Cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C, per circa 6-8 minuti, o fino a quando i doughnuts non saranno leggermente dorati. Una volta cotti, spennellare subito con un velo di burro fuso e passare in abbondante zucchero semolato. Servire caldi.

* La ricetta originale riporta 300-420g di farina, io ne ho utilizzati quasi 450 g e l’impasto era comunque molto morbido.

108 ciliegine:

Vesselina ha detto...

Sono meravigliose e squisite. Buon inizio settimana!
Vesselina

arabafelice ha detto...

Il fatto che siano al forno mi spinge a provarle ancora prima, e probabilmente a mangiarne piu' di quel che dovrei :-)

Bellissime foto!

Imbini Pasticcini ha detto...

devono essere buonissimeeee!!=) e il mio ragazzo ama le ciambelle di homer!!=))) da provare assolutamente!!=)
sei bravissima e le tue ricette sono sempre una garanzia!!!=)
uno cosa...noi amiamo i dolci belli zuccherati, secondo te se aumento lo zucchero a 100 gr, è troppo?
grazie mille!=)
baci vale

Rebecca ha detto...

io ho sempre voluto assaggiarli! dai simpson a tutti i film o telefilm americani dove queste ciambelle vengono riproposte di mille colori! le tue in effetti assomigliano molto alle ciambelline che faceva mia nonna...ma lei le friggeva!
il fatto che tu abbia usato il forno le rende ancora più attraenti!:)

laura ha detto...

Non ho mai provato a fare le ciambelle fritte, ma sicuramente le proverò al forno. Geniale

Tuki ha detto...

@ vale: puoi tranquillamente aumentare la dose di zucchero ma non ti assicuro che saranno altrettanto soffici e leggeri. Considera che oltre ai 60 g dell'impasto hai anche lo zucchero esterno, che non è affatto poco ;-)

Mary ha detto...

Mhmmm viene voglia di addentarne una subito, all'istante..chissà che buone!
o.k. me le segno ^_^

Beta ha detto...

Da mettere subito nella lista delle ricette da provare! Grazie!!!

Ago ha detto...

Tuki questa è una bella ricetta davvero!!! QUalche volta, ho provato a farli fritti, ma non venivano come volevo io: sempre un pò pesantini, anche se non si inzuppavano di olio...questa è una bella versione, la devo provare! :-*

Serena ha detto...

Hai fatto proprio bene a regalarci una versione light di queste bombe caloriche...io non mi sono mai cimentata con quelle fritte perchè temevo la loro pesantezza!

G ha detto...

Tuki come sempre ti superi! Il fatto che si possano cuocere in forno è geniale! Devo provare al più presto! Grazie per la ricetta e buon inizio settimana! :))

caris ha detto...

Tuki..tu e le tue meraviglie mi siete mancate tantissimo! bentornata!
volevo chiederti: se uso del normale lievito di birra, quanto ne metto? E i tempi di lievitazione restano gli stessi?
grazie!

Tuki ha detto...

@ Caris: certo, 7g di lievito secco (una bustina) equivalgono a 20 g (un panetto) di lievito fresco, da sciogliere in poco latte tiepido. I tempi (indicativi) rimangono gli stessi, l'importante è guardare il volume dell'impasto.

Li ha detto...

Ciao, è la prima volta che scrivo anche se è da un pochino che seguo il tuo fantastico blog...le ciambelle (fritte) fanno parte anche della mia infanzia, a casa della nonna materna a Napoli, e ne sono rimasta ancora golosissima. Quindi Grazieeeeee, per queste meraviglie al forno, spero di farle al più presto. Poi tantissimi complimenti in generale per le stupende e affidabilissime ricette (ho fatto la pate sucrè ed è diventata la pasta per crostata preferita =)))e le foto così eleganti e pulite, così come lo stile del blog...=))

Il gatto goloso ha detto...

Naaa... delle vere golose ciambelle non fritte????!! Non ci posso credere!!! Adesso si che non posso sottrarmi ai festeggiamenti carnevaleschi :) E poi sembra facile... speriamo che il mio forno non si rimetta a fere le bizze!!! ^_^

giovanna ha detto...

Ecco che la mitica ciambella fritta si fa un po' più leggera! Bhè, devo provare! spero di riuscire nell'intento!

Anonimo ha detto...

Sembrano soffici come nuvole, riesco quasi ad immaginarne il sapore! Elena

Agnese ha detto...

Che belle! Poi io adoro i simpson quindi apprezzo doppiamente. Quelle di homer però di solito sono ricoperte con una glassa bianca a rosa se nn mi sbaglio. Queste assomigliano di più alle ciambelle italiane! un caro saluto

Barbara ha detto...

Davvero bellissimi e il fatto che non siano fritti...mi obbliga (!) a provarli al più presto!

Vado e impasto?

donna russa ha detto...

Piace a me, sicuramente da provare. Come tutte le tue ricette!

Fragolina ha detto...

Sembrano buonissimi i questi doughnuts... il piu bello che non sono fritti.

°.°. PIPS .°.° ha detto...

Ciao Tuki! Queste ciambelle mi sembrano davvero eccezionali, e per di più io non amo il fritto, quindi mi segno la ricetta! Posso farti una domanda? Io ho acquistato da poco una reflex e sto aspettando un obiettivo più luminoso di quello base del corpo macchina; tu che macchina e che obbiettivo hai? E' da un po' che me lo chiedo, sicuramente sparerai una cosa come CANON EOS 5D MARK II... il massimo dei massimi che per me resterà un sogno :) In questa tua foto mi piace molto lo sfondo chiaro e la luce, la composizione calma e divertente :) Ci vedo una bella manina che afferra una ciambella... Aspetto tue notizie e grazie della ricetta! Martina

FrancescaV ha detto...

intanto mi salvo il suggerimento del libro, di questi tempi amo i dolci fritti. Questi doughnut sono fantastici, poi da fare al forno mi sembrano ancora più veloci (la fruttura è buona ma devi stare lì davanti in piedi e io mi stanco :-) ). Quasi quasi la faccio... gnammm!

Patty ha detto...

Guardando queste foto sto subendo una Homer-trasformazione: mento pendulo, bavetta alla bocca, occhio pallatissimo, voce da zombie...CIAMBELLEEEEE....Stupende! Ho già copiato la ricetta. La proverò la settimana prossima - Adoro i doughnuts, anche glassati, all'americana insomma! Graziee,
Pat

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Mi conquistano all'istante grazie alla cottura al forno! Segno la ricetta :-)

Sara @ Fiordifrolla ha detto...

Ho sempre guardato con diffidenza le ricette che tradizionalmente andrebbero fritte, cotte in forno, ma so che se tu dici che meritano ci credo, perché del tuo giudizio e gusto mi fido ciecamente! Mi hai fatto un gran regalo, non amo friggere proprio per tutta quella serie di problematiche alle quali ti riferivi ;)

k@tia ha detto...

Tuki! sei la perfezione, o meglio, i tuoi dolci sono la perfezione! penso che saranno la ricetta con cui tornerò a postare, dopo un po' di tempo d'assenza dal blog! rimango sempre a bocca aperta... sei incredibilmente brava!

Cristina ha detto...

beh, se me le sbatti così davanti al naso, come faccio a non provarle? :D bellissime e se mi giuri che non fanno rimpiangere la versione fritta (si, sono una pro fritto, quando ce vò ce vò...) il primo weekend libero le faccio e ti mando le prove.. sarà il soggetto ma le foto sono estasianti...

ValeVanilla ha detto...

...da urlo!!!! complimenti!! Passa dalla mia cucina, c'e' una sorpresa per te...

Una cucina a pois ha detto...

Aspetto pazientemente i tuoi post e non deludi mai... sei uno dei miei miti, dopo questa ricetta poi...

nico@spadellatore ha detto...

Grande Tuki, questi li farò anch'io visto che sono al forno! Ma prima devo fornirmi di planetaria... tu quale hai?
Come sempre chapeau per le foto.

Anonimo ha detto...

Fatti e provati ieri! Sembrano proprio le ciambelle fritte ma fritte non sono! Una goduria! Morbidissime. Calde erano sensazionali ma stamattina fredde erano ancora morbidissime! Forse la prossima volta aggiungerò all'impasto un po' di scorza d'arancia... nelle mie mancava qualcosina... Ti farò sapere. Marzia

Cey ha detto...

Come sono belle *_* non pensavo che delle ciambelle potessero essere eleganti e invece queste sembra che siano appena andate a camminare sotto la neve e sono luminose *_*

Patricia ha detto...

Sono perfetti ed il fatto che siano cotti al forno mi spinge a provare! grazie della ricetta:)
patricia

giulia ha detto...

Ricetta troppo invitante!!! Ciambelline fritte che non sono fritte!!! Tu hai usato la planetaria, io non ce l'ho, posso comunque ottenere un buon risultato a mano o al massimo con la frusta elettrica? Dimmi di si che le voglio proprio fare!!! Mio figlio ama i bomboloni e i frati fritti con queste la forno sarei a cavallo!!!
Bacioni giulia

Anonimo ha detto...

quante ne vengono con questa dose?
sembrano buonissime da fare appena possibile!lily

viola ha detto...

Cara Tuki....come sempre mi lasci a bocca aperta. Sembrano finti da quanto sono belli!
Però questa cosa che non sono fritti è veramente sorprendente, li proverò sicuramente....
Un bacio

Cle ha detto...

Nooooooooooo! al forno così belle?
le provo questo WE
grazie!!!

Faccio e Disfo ha detto...

Tuki le ho provate appena hai pubblicato il post!
Io non ho la planetaria ma con qualche accorgimento le ho fatte con la macchina del pane.... CHE BUONEEEEE!!

Mi sono permessa di condividere il link sul mio blog.
http://faccioedisfo.blogspot.com/2011/02/cosa-ti-preparo-per-merenda-doughnuts.html

Grazie mille!!
Rita

Tuki ha detto...

@ Agnese: i dougnuts di base sono semplici, la variante di glasse (più o meno infernali) è infinita. Io li amo con lo zucchero ma sono buoni anche con una semplice glassa all'acqua(acqua e zucchero a velo).

@ Barbara: cosa aspetti?? :))

@ Pips: da un annetto uso la 5D con un 100mm f/2.8 macro IS e un 50mm f/1,4. La maggior parte delle foto del blog (quelle meno recenti) sono state fatte con la vecchia 400D.

@ nico: un Kenwood, non ricordo il modello ma è il più grande.

@ Marzia: fatte al volo! A me piace proprio il fatto che sappiano di burro e vaniglia, ma si possono profumare a piacere.

@ Giulia: a mano viene benissimo conunque, ci vuole solo più lavoro ;)

@ Lily: una quindicina, com'è scritto nella ricetta!

@ Rita: ma sei stata velocissima! Mi fa strapiacere che ti siano piaciute :D

@ tutti gli altri: sto solo aspettando che le proviate. Fatemi sapere!

Dada ha detto...

Da oggi ti seguirò, complimenti! ho messo il tuo blog tra le mie ispirazioni! smack :-D

Emily86 ha detto...

Come al solito, le tue foto sono davvero delicate, proprio belle. Che invidia! ;) Complimenti anche per la ricetta..ho fatto da poco le ciambelle al forno americane (e ho sbagliato a regolarmi con gli ingredienti, come risultato alle quattro di mattina mi trovavo con una 40ntina di ciambelle sfornate e la casa che profumava, neanche gestissi una panetteria...sigh ;) ), quindi questa dovrà aspettare un pò..ma la metto in lista fra gran parte delle tue ricette da provare! ^^

Anonimo ha detto...

le tue ricette sono sempre favolose..e le foto semplicemente perfette! Vale

Rebecca ha detto...

ciao! ripasso di qui per dirti che ti ho passato un premio...se ti va passa a vedere di che si tratta, anche se deciderai di non accettare!:)
baci!
http://nontolleroillattosio.blogspot.com/2011/02/confessioni-di-una-intollerante.html

Paprika&Paprika ha detto...

Ciao,ho scoperto il tuo blog solo adesso! E' bellissimo! Complimenti !

Roxy ha detto...

Anch'io non amo friggere per le spiacevoli conseguenze appunto del fritto su capelli, vestiti, tende......questa versione al forno me l'annoto sicuramente anche perchè dalle foto sembrano proprio celestiali!

Costanza ha detto...

Ciao. La ricetta mi incuriosisce, perciò una domanda è d'obbligo :p : si mantengono soffici anche per un paio di giorni?
Grazie!

Fujiko ha detto...

belli belli belli belli buoni buoni buoni buoni....e poi al forno! Meglio di così è veramente difficile!

Tuki ha detto...

@ Costanza: si mantengono abbastanza morbidi ma tendono inevitabilmente ad asciugarsi, andrebbero mangiati caldi. Comunque basta passarli un attimo in forno per renderli di nuovo più soffici :)

Anonimo ha detto...

Cara Tuki!ti seguo da tantissimo,ma è arrivato il momento di ringraziarti!ricette spettacolari,impegno e un ingrediente in più rispetto gli altri blog..l'amore! è una coccola entrarci, un rifugio dalle 1000 vociate del mondo che GRAZIE non penetrano questa coltre di burro profumato. continua a sperimentare e stupirci, davvero la ciliegina sulla torta! un bacio giulia.

Fujiko ha detto...

Tuki! Le ho fatte ieri...sono spettacolari, sofficissime, incredibili! Mio marito ha mugolato mentre se ne divorava due appena sfornate...:D! Oggi sono rimaste comunque morbide, ieri sera le ho chiuse in cellophane. Me ne sono venute una ventina ed alcune le ho lasciate semplici per la colazione di oggi: con la marmellata d'arance sono superlative! Domani le metterò sul mio blog...linkando il tuo post naturalmente. Se ti fa piacere passa a dare un'occhiata!
http://laricettadellafelicita.blogspot.com/
Buona domenica

ritat ha detto...

Ciao Tuki,anch'io sono una pro fritto per certe preparazioni,ma spinta dalla voglia di risparmiare un pò di calorie,oltre alla non voglia di friggere ,oggi ,dopo una bella passeggiata sulla spiaggia,mi son dedicata ai tuoi doughnuts.Risultato:buonissimi!!
Ci siam leccati tutti i baffi e...le dita!
Grazie per la ricettina e complimenti per le tue sempre fantasticissime foto!
Rita

Fujiko ha detto...

Ecco il link...http://laricettadellafelicita.blogspot.com/2011/02/doh-nuts-mi-ti-koz.html ! Un abbraccio e grazie ancora!

elisa ha detto...

bellissimi! e poi, anche io non amo molto friggere, soprattutto se si può sostituire con un risultato così invitante!!! proverò di certo, grazie mille!!!!

Mariluca ha detto...

Li ho preparati ieri ;) ottimi!Li avevo fatti in settimana al forno , ma ieri li ho fatti fritti e sono ancora meglio. Complimenti a te per il fantastico blog e Lara ;) Ciao Marilù

ricetTina ha detto...

Davvero quelle sulla foto le hai fatte al forno? Così belle uniformi senza segni di bruciatura... !
Tina

Tuki ha detto...

@ Giulia: grazie a te!

@ Fairyskull: eddai, provale :))

@ Fujiko, Ritat, Mariluca: feliccissima che vi siano piaciute!

@ RicetTina: eh si, a dire il vero per me è molto più facile bruciare nell'olio che in forno :)))

burrofragola ha detto...

Nel forno???? Non sono fritte? ottimo motivo per farle immediatamente!!! E credo che ne diventero' dipendente!!!!

Giulia ha detto...

Scusa ma sapresti consigliare a chi come me nn ha la planetaria come potrebbero essere " tradotte" le funzioni della planetaria tipo : la foglia e il gancio? Usando un normale robot da cucina? Grazie mille e complimenti .il tuo blog è bellissimo

Gaia ha detto...

Belle, sane e (sicuramente) buone, proverò di sicuro la ricetta! Qualche anno fa le avevo fatte anch'io, in occasione della Simpson night, nella versione fritta ed ipercalorica: amiche, Homer e ciambelle. La serata ideale.

Complimenti per il bellissimo blog, fai un salto a vedere il mio su http://www.lacocottebleue.blogspot.com!

ciambella ha detto...

ma come fanno a venirti così perfettamente identiche? le hai cotte nei cercles à tarte?
le mie si sono tutte un po' "spatasciate" :-(
sono ottime però.

Tuki ha detto...

@ giulia: se non hai una planetaria ti consiglio di impastare a mano :)

@ ciambella: per quel che so, in base alla mia piccola esperienza, i lievitati si "spatasciano" per vari motivi: eccessiva idratazione, lavorazione insufficiente (infatti certi impasti richiedono le pieghe per avere sostegno) o lievitazione troppo lunga. Quando l'impasto è idratato al punto giusto e lavorato fino a diventare elastico, le ciambelle mantengono il "taglio" e non si deformano con la lievitazione e la cottura, per questo sono tutte uguali.

Patrizia ha detto...

Devono essere buonissime!!!!!!Ho sempre amato le ciambelle e poi queste fatte al forno sono più che invitanti!!!!!Le proverò sicuramente...Un bacio e vieni a trovarmi se ti va...
Patrizia

ilcastellodellepadelleincrociate ha detto...

Le ho mangiate per la prima volta a Camden town a Londra e da allora continuo a sognarle!grazie per la ricetta che cercavo da tempo!

Adrenalina ha detto...

DEVO DEVO DEVO farli!!!! Io detesto il fritto e quindi non li facevo...adesso non ho più scuse :)
Grazie :)))

Dietella ha detto...

Cosi piccole sono pericolose, non sai mai quante ne vanno giù :D

Anonimo ha detto...

Quando dici "lavorare l'impasto brevemente a mano" intendi fare le pieghe oppure altro?

Belle foto e belle ricette nel tuo blog...grazie

Andrea

Tuki ha detto...

@ Andrea: niente pieghe, quando finisco di impastare a macchina do sempre un'ultima impastata a mano (un minuto al massimo), anche per dare una bella forma rotonda all'impasto.

antonella ha detto...

li provero' di sicuro. complimenti
ciao sono antonella ti va di partecipare al mio nuovo contest?
http://lacucinadiantonella.blogspot.com/
buona serata

Anonimo ha detto...

scusa che intendi per lievito di birra disidratato??? con cosa eventualmrnte posso sostituire??? Grazie mille :-)

Anonimo ha detto...

Li ho fatti ( anche se non mi sono venuti belli come i tuoi), perché ne avevo sempre sentito parlare pensando che fossero buoni come le nostre ciambelle. La tua foto mi aveva confermato nell'idea. Invece sono rimasto deluso...sono leggeri, sì...ma senza lo zucchero e il burro sopra l'impasto sa di poco...decisamente i nostri bomboloni sono meglio...forse dipende dalla cottura in forno...o forse i bomboloni non c'entrano niente...o forse li ho fatti male io.

Grazie comunque per avermi permesso di provare questa ricetta.

Andrea

Simo ha detto...

Complimenti per il blog e per le splendide ricette e rispettive foto!! In questo momento mi trovo in cucina ad aspettare la lievitazione.. ti seguo da quando vivevo in Italia e adesso di ritorno in Brasile, é sempre un piacere fermarmi un attimo tranquilla e scegliere qualle delle tue ricette provare.. la meta per 2011? cercare di fare almeno una a settimana!! Grazie!!!!

Elisa ha detto...

Ciao Tuki!
Che voglia di provare queste ciambelline! Una domanda: pensi sia possibile prepararle in anticipo la sera prima e poi cuocerle la mattina in modo che siano appena sfornate per la colazione? In che modo va modificata la lavorazione/lievitazione?

Grazie :)

simona ha detto...

innanzi tutto complimenti per il tuo blog..se non fossero le tre di notte mi metterei subito ai fornelli per provare i tuoi Dounats..ciao Simmy

Anonimo ha detto...

Buone!! molto delicate e golosee!!! le mie sono durate ben poco!! calde poi sono una delizia! Grande Tuki! sei formidabile! :-) Patty

Tuki ha detto...

@ Elisa: arrivo in clamoroso ritardo, mi era completamente sfuggito il tuo commento..puoi ritardare la lievitazione dell'impasto tenendolo in frigorifero, la mattina lasci un'ora a temperatura ambiente, formi le ciambelle e le fai lievitare di nuovo. In ogni caso ti servono almeno due ore la mattina, non so quanto ti convenga. Oppure potresti provare a congelare le ciambelle appena formate, sistemarle sulla placca del forno la sera e lasciarle scongelare e lievitare tutta la notte in forno (in questo caso proverei a diminuire la quantità di lievito per non rischiare che la lievitazione vada oltre).

@ Aiuolik: passo a vedere ;)

@ Patty: si, calde sono l'ideale!

Daniele ha detto...

Le ho provate oggi... L'impasto mi è piaciuto moltissimo, però i tempi della lievitazione non corrispondono: ho lasciato l'impasto almeno un'ora e mezza perchè raddoppiasse. Ma i doughnuts dopo più di un'ora non erano raddoppiati affatto ma per mancanza di tempo ho dovuto infornare.
Risultato: molto soffici ma poco lievitati (il lievito di birra è meglio??). Secondo me il burro nell'impasto può essere ridotto, si sente in maniera eccessiva....
Io in sardegna faccio i fatti fritti, ricetta simile, più aromatizzata e rigorosamente fritti.
Da rifare e riprovare. Grazie, Daniele

Tuki ha detto...

@ Daniele: non esiste cosa più relativa del tempo di lievitazione, infatti parlo di raddoppio proprio perchè la temperatura della mia cucina non sarà mai uguale a quella della tua. Il fatto di averli infornati prima che fossero ben lievitati non ha di certo aiutato, purtroppo (o per fortuna) i lievitati hanno i loro tempi. Il burro è molto presente, credo sia voluto, ad ogni modo puoi provare a diminuirne la quantità. Invece non ho capito la tua domanda sul lievito di birra :)

Elisa ha detto...

OK, faccio un paio di prove e ti tengo aggiornata sui risultati!
Però c'è da dire che, anche se servono comunque due ore di tempo al mattino con il metodo della "lievitazione ritardata", non bisogna starci dietro più di tanto: al risveglio si tira fuori la pasta e mentre si sbriga qualche faccenda le ciambelline lievitano per i fatti propri....
Oppure punto la sveglia un'ora prima, tiro fuori dal frigo e mi rimetto a letto :p

Anonimo ha detto...

Ciao Tuki!

Le tue ricette mi riescono sempre alla perfezione...però questa delle ciambelline mi è venuta una ciofeca :-( e la cosa mi deprime alquanto perché ho visto che altre persone hanno replicatto la tua ricetta con splendidi risultati....dove avrò sbagliato? Forse potrebbe essere il lievito che ho utilizzato? Non avevo il lievito di birra fresco e ho utilizzato metà bustina da 15 gr (quindi 7gr) di lievito per focacce/pizze della Pane Angeli...può essere questo l'errore? Dopo ben 3 ore di lievitazione l'impasto delle ciambelline era cresciuto veramente di pochissimo....uffi...illuminami!

Nerea

Tuki ha detto...

@ Nerea: non ho idea di quale possa essere stato il tuo errore, il lievito che hai utilizzato è proprio quello a cui faccio riferimento, forse era vecchio?

Hime ha detto...

Ciao Tuki, ho appena aperto un blog di "revisione" di ricette trovate on line, e il primo post è dedicato propio a questa! Ce ne saranno sicuramente altri con le tue ricette, perchè le adoro, sei davvero bravissima! ^^

Ecco il link della revisione:
http://pasticcerina.posterous.com/i-donuts-al-forno-di-tuki

chrialan ha detto...

ciao Tuky, ho fatto i doghnuts ! sono veramente buonissime,e non mi sono pentita di non aver fatto la ricetta tradizionale(cioè fritte).... grazie per aver condiviso tutto ciò con chi ha voglia di imparare e sperimentare nuove ricette..... complimenti per il tuo bellissimo blog... ti ho citata nel mio blog.... spero non ti dispiaccia, io sono su cookaround se ti và passa ....ciao a presto

Anonimo ha detto...

M.E.R.A.V.IG.L.I.O.S.E!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Letizia ha detto...

Ciao, queste ciambelline hanno un impasto meraviglioso che si scioglie in bocca..nella loro semplicità sono squisite..uno dei lievitati più buoni che abbia mai mangiato!! BRAVISSIMA!

Anonimo ha detto...

Ciao ho appena sfornato le ciambelle, l'impasto è ottimo ho semplificato e velocizzato il procedimento cioè le ho create con le mani facendo un serpentino (come per fare gli gnocchi) di circa 1cm di diam. e poi le ho tagliate e arrotolate a mo di ciambella... l'unica accortezza è di fare le ciambelle con il buco un po' grande altrimenti a cottura ultimata il buco si vede poco come è successo a me. Io ho pensato di farle piu' piccole x i miei bambini ma comunque anche se il buco è piccolo le hanno mangiate lo stesso. un bacio a presto

Gabri ha detto...

Le ho provate anch'io!! Non sono belle come le tue e mi sono venute troppo basse (ho steso un po' troppo la pasta), ma sono sofficissime!!

http://ilprofumodellemadeleines.blogspot.com/2012/02/ciambelle.html

Barbarella ha detto...

Li ho appena fatti:bellissimi e buonissimi..invece dello zucchero semolato li ho glassati come i classici fritti..grazie..leggeri e fragranti..non hanno davvero nulla da invidiare ai tradizionali fritti..

Sebastiano - Saltalapasta ha detto...

Appena fatti. buonissimi http://www.saltalapasta.com/2013/11/donuts-al-forno-le-ciambelle-di-homer.html

Valeria ha detto...

Mio figlio, grande fan di Homer Simpson, non vede l'ora che le provi....
Dopo che ha visto le tue bellissime foto, spero non rimanga deluso da quello che riuscirò a fare io!

Emanuela ha detto...

Ciao! Preparati stasera! L'impasto è piacevolissimo sotto le mani (non ho impastatrice ma non se ne sente la mancanza per quanto è lavorabile) Ho messo 50 g di burro (il fior fiore Coop che secondo me "rende" molto) e son venuti benissimo, fragranti e soffici insieme. Da rifare aumentando un po' la vaniglia, per mio gusto! Grazie mille per la ricetta

Lascia un commento