lunedì 2 febbraio 2009

94
commenti
La torta paradiso


Torta paradiso

L'influenza ha centrato anche me, ecco il motivo della mia lunga assenza; dunque ci sono un sacco di idee accumulate in testa che non ho ancora avuto modo di mettere in atto, un po' per la mancanza di forze, un po' per la mancanza di appetito. L'unico sfizio che mi sono tolta giusto prima di finire stesa a letto con la febbre è stata la torta paradiso, uno di quei dolci semplici e consolatori che riportano un po' all'infanzia, sarà per lo zucchero a velo che inevitabilmente ci si ritrova sulla punta del naso? E così mi è tornato in mente di tutte le email dei lettori che mi hanno chiesto la ricetta di questa torta vista nel mio album su Flickr.. mi sono sempre ripromessa di pubblicarla ma, tra una cosa e l'altra, è finita in fondo alla famosa lista delle cose da fare (sorry!); in realtà avrei voluto rifarla e rifotografarla, ma chi mi conosce sa quanto siano rare le repliche dei miei dolci, insomma, rifare un dolce vecchio vuol dire farne uno nuovo in meno, no? (Okay, okay, è solo una mia piccola fissazione). Ovvio che poi ci sono tutte le eccezioni dei dolci "storici", irrinunciabili, che si rifanno quasi da soli. La Paradiso è uno di quelli. Dovete sapere che questa ricetta è stata una vera rivelazione a suo tempo; c'è stato un periodo in cui continuavo a fare torte paradiso nella speranza di trovare la ricetta giusta, che non saltava fuori, poi mi sono stancata di sprecare tempo e uova e così ho abbandonato la ricerca.. ma se maometto non va alla montagna.. un giorno la ricetta della torta paradiso perfetta mi è capitata davanti mentre sfogliavo il libro dei dolci del bimby in cerca di una tortina semplice e veloce da colazione; l'ho fatta senza avere alcuna pretesa ma me ne sono letteralmente innamorata, non sarà la vera paradiso di Pavia ma mi è sembrata un'ottima alternativa. Bene, dopo questa allegra storiella a lieto fine passo al sodo e (finalmente) vi do la ricetta; alla fine la foto non l'ho rifatta per ovvi motivi, figuratevi che ho a malapena sentito il sapore della torta! La ricetta è lievemente modificata, la riporto in modo tale da poterla eseguire senza bisogno di un robot.

La ricetta: Torta paradiso
Ingredienti:
  • 300g di fecola di patate
  • 300 g di zucchero a velo (200 g sono più che sufficienti)
  • 200 g di burro morbido
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo per decorare
Montare a lungo le uova con il pizzico di sale e lo zucchero a velo fino ad ottenere una massa chiara e spumosa, unire il burro e continuare a montare, unire infine la fecola setacciata con il lievito e lavorare il tuttofino ad ottenere un composto omogeneo. Versare in una tortiera imburrata e cuocere in forno preriscaldato a 160°C per 20 minuti e a 180°C per 10 minuti o fino a quando uno stecchino infilzato nel dolce ne uscirà asciutto. Una volta cotto lasciar raffreddare, sformare e spolverare con abbondante zucchero a velo.

94 ciliegine:

paola ha detto...

Che meraviglia di delicatezza!!! Ops ho dello zucchero a velo sul naso...mi sono avvicinata troppo al monitor per sentirne il profumo :-)

Mary ha detto...

è che paradiso cosi soffice e profumato , sai ce ne sono di diverse ricette in giro ma con qualche piccola variazione e non sono buone , rimangano asciutte, ma la tua e lo dico perchè io le ho esperimentate è quella giusta e poi si vede chiaramente dalla foto , che voglia mi ha fatto venire ....vorrei una fetta .....baci!

michela ha detto...

Intanto auguri per l'influenza e spero tu ti rimetta presto.
Poi la ricetta è favolosa.
ciao

Paola ha detto...

E poichè tu sei una garanzia e io la cerco da tempo quella parfetta...me la prendo!!!

Zerogluten ha detto...

Esta receta la tengo en la lista de pendientes hace mucho tiempo. Me entusiasmó el día que la conocí por su ausencia de gluten y a tí te ha quedado como todo lo que haces, espectacular.
Espero que aunque te comente en español, me entiendas perfectamente, al fín y al cabo, somos primos hermanos.
Te mando mis felicitaciones y muchos besos sin gluten

claudia ha detto...

.. allora non sono l'unica indaffarata con la ricerca della ricetta giusta per la torta paradisiaca!
mi ci metto subito fosse altro per far contenta la mamma che ne va matta! grazie!
e buona giornata a tuttiiii

Adrenalina ha detto...

Anche qui influenza in corso ma senza febbre quindi mi tocca pure lavorare uff!!
Questa torta paradiso pare veramente invitante tutta da fare e rifare!! Grazie della ricetta!!
Riguardati e curati bene che noi ti si aspetta :*

kristel ha detto...

Buona!! E' una delle mie torte preferite anche s enon la faccio mai. Cercavo da un po' la ricetta perfetta mi sa che é questa.
Bacioni!!

manoela ha detto...

ecco dove eri sparita...si sentiva la mancanza delle tue ricette

Anonimo ha detto...

a pavia la paradiso la fanno partendo dal burro montato con lo zucchero,e non usano il lievito
certo questa sarà una buonissima torta comunque!
ma partendo dal burro montato e senza lievito la torta ha una morbidezza e una friabilità particolari
lea

Le Vinagre ha detto...

che buonaaaaaa.
semplice semplice ma deliziosa!!!
dev'essere morbidissima!!
grazie per la ricetta, per mio maritozzo che adora le cose semplici sarà irresistibile!!

la frenk ha detto...

Esiste la perfezione, dunque! "brava. brava..." cantava Mina tanti anni fa... io la intono qui davanti, ancora una volta, di fronte a tanta beltà :-)))

Tuki ha detto...

@lea: ne so qualcosa di burro montato in planetaria fino allo sfinimento, niente lievito etc, ma non c'è stato niente da fare, a me il risultato delle ricette "tradizionali" non piaceva; questa torta non rispetta i canoni della tradizione, ne sono consapevole, ma incontra a pieno i miei gusti e questo basta per tenermi buona almeno fino a quando non scopriró il segteto ;P

Giò ha detto...

torta, blog e foto da 10 e lode!sabato ho fatto la lemon curd...secondo me urge fare questa tortina e gustarle insieme!

Anonimo ha detto...

tuki bella non voglio proprio nè criticare ne difendere le tradizioni per principio!! è solo che ,e non ci credevo ,il gusto di una torta varia a seconda che si parta dalle uova montate o dal burro montato
per il burro montato lascia perdere la planetaria lascialo fuori dal frigo e quando è tanto morbido da poterlo chiamare a pomata giralo col cucchiaio di legno diventa subito una crema aggiungi lo zucchero e avanti

a pavia dicono che la paradiso vuole la mano,perchè le macchine fanno rumore e disturbano gli angeli...........
lea
e scusa se rompo tanto ma se non si discute che gusto c'è?

Tuki ha detto...

@Lea: ma scherzi? benvengano interventi come il tuo, altrochè! Vedi, per esempio io non sapevo che la paradiso non vuole macchine, ho sempre sentito dire che va lavorata un'eternità e quindi, possibilmente, a macchina. È vero che cambia tutto a seconda della lavorazione, altrimenti avremmo torte tutte uguali! Il fatto di lavorare a mano poi cambia tutto. Nelle varie prove ho sempre incominciato dal burro come dici tu, magari ho lavorato troppo, ma il risultato mi ha sempre deluso. Tu hai una ricetta collaudata?

gine ha detto...

bellisima questa torta... gnam gnam :-). ho travato il tuo blog propria ora e mi piace molto :-)!

Denise ha detto...

Complimenti per il tuo blog...ci sono entrata per caso e ne sono entusiasta...ti metto tra i preferiti del mio!!!!

Acilia ha detto...

Ho il Bimby da più di due anni e non l'avevo ancora mai provata. Ti ringrazio per la segnalazione, la fotografia è un chiaro invito irrinunciabile :-)
Mi auguro tu sia guarita del tutto.

paola ha detto...

Bellissima! Puoi per favore dire il diametro dello stampo da utilizzare?
Grazie.

beta ha detto...

Bellissime e buonissime le tue ricette.... e mi piace molto anche il modo in cui le presenti, i tuoi post sono sempre molto interessanti.
Volevo chiederti anch'io dei chiarimenti su questa ricetta, dato che ne ho provate tante ma nessuna mi ha soddisfatta.... mi aggrego per sapere il diametro utilizzato per lo stampo e .... (forse domanda stupida, ma ho bisogno di una conferma) il forno va preriscaldato? Grazie mille, ciao e buona giornata. Beta

beta ha detto...

... sorry, Beta dimenticona, ... e le uova? Le monti assieme, albumi e tuorli? Fredde o a temperatura ambiente? (Penso siano dettagli importanti per la buona riuscita...). Grazie.

Tuki ha detto...

@gine: benvenuta!
@Denise: grazie ;)
@Elisa: grazie anche a te!
@Acilia: allora ti conviene farla con il bimby, ci metti molto meno! Se non hai la ricetta fammi sapere, ti mando quella originale con velocità e tempi!
@Paola: la ricetta richiede uno stampo da 28 cm di diametro, io amo farla nello stampo per plum cake grande perchè mi piace bella alta.
@Beta: uova intere (come per il pan di spagna) a temperatura ambiente e forno
preriscaldato.

beta ha detto...

... Ancora una domanda (ma quanto rompo stamattina?): ho letto da qualche parte che per i dolci lievitati è meglio il forno sopra-sotto e non ventilato.... tu cosa ne dici? ... e un'altro dilemma: Quando finisce il tempo di cottura, i dolci li tiro fuori subito dal forno o aspetto? E se si aspetta... quanto? Grazie grazie grazie.

beta ha detto...

Ah, a proposito è venuta una meraviglia...(il forno ha suonato adesso) ho usato uno stampo un po' più piccolo perciò per il rimanente impasto ho usato degli stampini (che così è pronta la merenda per la scuola domani!)... per il palato, ti saprò dire!

Tuki ha detto...

Già fatta?? Per le torte con lievito chimico uso sempre il forno statico preriscaldato e tolgo subito dal forno ( dopo aver verificato la cottura con uno stecchino). Ci sono dolci (soprattutto quelli senza lievito) che vanno lasciati 5-10 minuti in forno spento per non farle cadere. Comunque io uso il forno statico per tutti i dolci, preriscaldo sempre e uso rigorosamente uova a temperatura ambiente.

Mariluna ha detto...

Preso nota, ingredienti disponibili e fatta sarà stasera!!!! grazie per la ricetta :)

Anonimo ha detto...

fatta... è venuta una frittata... qualcosa ho sbagliato! e quindi ho un paio di dubbi:
-il burro: l'ho aggiunto a fiocchetti ma le uova, già montatissime, sono 'crollate' e non si sono più riprese, raggiungendo poi una texture tipo ricotta
-ho seguito il procedimento tutto in planetaria con le fruste per montare fino alla fine. forse meglio unire le fecola a mano?
attendo i tuoi suggerimenti perchè la voglio rifare!!! grazie in anticipo
laura

Tuki ha detto...

@Mariluna: fammi sapere!
@Laura: il burro era morbido (morbido vuol dire a temperatura ambiente, quindi quasi cremoso)? Le uova non erano da frigo, vero? Da quel che ho capito ti si è slegato il composto e di solito il motivo è dovuto alla temperatura. Comunque ti sconsiglio la planetaria che forse monta anche troppo le uova, non serve che siano montate
fino a triplicare di volume come per il pan di spagna, altrimenti si che il burro smonta
drasticamente la massa! La farina va aggiunta
tranquillamente continuando a montare il tutto,
non serve incorporarla a mano perchè non hai
un composto pieno d'aria che andrebbe a
cadere, qui fa tutto il lievito chimico, tant'è che
l'impasto, quando lo versi nello stampo, è
molto fluido e pesante.

Anonimo ha detto...

insomma... molto più semplice di quanto si possa pensare! :o)

ci riprovo e ti farò sapere
grazie 1000
laura

Anonimo ha detto...

Bellissima questa torta... però non capisco una cosa: il forno devo prima metterlo a 160 per venti minuti e poi alzarlo a 180 per i restanti dieci?

Gabriella.

Anonimo ha detto...

Ciao, oggi ho provato la tua ricetta, l'impasto è venuto perfetto, ma ho dei dubbi sui tempi di cottura, ho fatto come scritto 20 minuti per 160° e 10 minuti a 180° ma al termine del tempo risultava ancora liquida, ho dovuto continuare la cottura arrivando a più di 1 ora. Dove potrei aver sbagliato? Comunque è venuta molto bene anche a me che sono completamente negata per le cose lievitate.
Grazie in anticipo se vorrai rispondere al mio dubbio.
Baby

Ciboulette ha detto...

se penso che durante la mia influenza neanche questa meraviglia mi avrebbe ingolosito, mi rendo conto di quanto è stata pesante!
Invece ora che mi sono ripresa.....sono stesa, per me sarebbe un dolce nuovo quindi tanti motivi per provare! :)

Tuki ha detto...

@Sciopina: fammi sapere quando la fai!
@Gabriella: si, io ho fatto così :)
@Baby: i forni sono un po' tutti differenti, certo che 1 ora è tanto, ma l'importante è che tu l'abbia portata a cottura!
@Ciboulette: capisco, capisco.. bè, ora che sei guarita non ci sono scuse ;)

Anto ha detto...

Come fai a fare tutto in modo così perfetto? foto, dolci, testi.. questo è il Paradiso, beate le persone che ti stanno attorno!

Cianfresca ha detto...

Devo assolutamente farla.. sono mesi che vaga nella mia mente l'idea della torta paradiso.. se riuscissi a replicare anche il gusto della cremina deliziosa delle tortine paradiso kinder avrei raggiunto la pace dei sensi

Tuki ha detto...

@Anto: mamamia.. grazie!
@Cianfresca: la cremina delle kinder paradiso è tipo panna (magari fosse solo panna..), se monti la panna aggiungendo verso la fine del miele ottieni una cremina molto simile, solo più buona!

beta ha detto...

Grazie cara, torta fatta e.... rifatta (seguendo i tuoi preziosi suggerimenti). La prima volta non era lievitata (ma era comunque buona visto che se la sono sbafata tutta!), l'ho rifatta con uova a temperatura ambiente (le avevo tirate fuori la mattina dal frigo) e burro morbidissimo..... ed è stata una meraviglia! finalmente la torta paradiso come dico io! I miei figli ne vanno matti (e soprattutto non è tanto "ingozzosa"). Ancora grazie, Beta.

Moca ha detto...

Una ricetta davvero ben calibrata. Ho buttato le ricette accumulate in anni di ricerca. Oltretutto è venuta bene nonostante l'uso della planetaria, le uova non proprio a temperatura ambiente e il burro che era fin troppo "morbido" causa due telefonate di lavoro.
Grazie e complimenti

Snooky doodle ha detto...

mamma mia che blog favoloso! fortuna che l ho scoperto adesso non lo lascio piu' :) Sei bravissima. Questa torta e bellissima anche se semplice, mamma che goduria :)

Marina ha detto...

Mio marito si è scoperto un'anima da pasticcere e questa torta credo che lo farà felice, la stampo subito. Bellissima! Guarita spero? Il blog è stupendo.

fantasie ha detto...

Grazie per questa torta che nasce già all'origine senza glutine!

Anonimo ha detto...

Ciao sono Albe, ti avevo lasciato un commento sulla torta paradiso nella crema pasticcera, ma guardando qui ho capito come devo montare le uova ...a proposito io ho il Bimby dal 1982 ma sul ricettario datato 1981 questa ricetta non c'è
comunque la provo e poi ti dico....
Il tuo blog è bellissimo e ti invidio un poco per come sai gestirlo, presentarlo e sopratutto sai fare tutto bene!!!!
un abbraccio
Albe

Anonimo ha detto...

Aiuto!!!sono Albe ieri ho provato la torta, è venuta malissimo..ti spiego sembrava divisa in non lievitata la parte superiore più friabile,lo strato sotto più scuro (sembrava poco cotto) e lo strato inferiore duro. Avevo provato con lo stecchino ed è uscito asciutto... ti ricapitolo quello che ho fatto con le tue dosi
ho montato le uova intere (fuori dal frigo dal mattino) con la frusta elettrica - sembravano montate ma sempre un pò liquide. ho aggiunto il burro morbidissimo all'inizio si vedevano i pezzettini ma continuando con le fruste sembrava amalgamato bene. Ho aggiunto la fecola ed il lievito setacciando insieme e montando sempre con le fruste. Forno preriscaldato a 160 statico per 20 min ma già vedevo che non lievitava bene
dove ho sbagliato?????
grazie e un abbraccio
Albe

Tuki ha detto...

@beta: sono contenta che ti sia riuscita questa volta :)
@moca: fantastico!
@Snooky: benvenuto e grazie per il commento ;)
@Marina: guaritissima, grazie!
@Albe: la ricetta si trova sul ricettario delle torte, non su quello di base. Mi dispiace non sia venuta bene! Comunque già il fatto che le uova montate con lo zucchero risultassero liquide non è un buon segno. Ma le hai montate con lo zucchero? È comunque strano che non sia lievitata, c'è comunque il lievito.
@

Anonimo ha detto...

Ciao, le uova le ho montate con lo zucchero a velo rompendole tutte insieme bianco + rosso + 200 di zucc a velo ma non vengono montate come montando solo il rosso+zucchero - non saranno le fruste??? il forno è giusto prima + basso poi + alto?
grazie ancora e comunque ci riprovero' dopo il carnevale perchè ora è tempo di frittelle!!!
un bacio
Albe

Moscerino ha detto...

a me, come a te e a tanti altri la torta paradiso ricorda l'infanzia....mi è venuta voglia di provarla magari farcita con la tua crema!

Anonimo ha detto...

ma perchè a me invece non viene?

ho provato tre volte e succede sempre la stessa cosa: è buona ma non cresce, rimane alta due centimenti.... una vera tristezza, mia figlia la chiama "torta inferno"....

Anonimo ha detto...

da due anni sto cercando una torta paradiso che non sia troppo asciutta... mio figlio ne va matto, ma io non riesco a farla! oggi provo la tua ricetta, così festeggiamo il papà e soddisfiamo la ns golosità! vi saprò dire!
ciao
meme

Tuki ha detto...

@Albe: le uova devi montarle con lo zucchero ma tieni conto che, essendoci il lievito, non ti serve montare come si fa per il pan di spagna. Comunque è strano che tu non riesca ad ottenere una massa spumosa, le fruste non so quanto possano essere colpevoli :)
@anonimo: che dirti, mi dispiace! 3 volte sono tante, hai letto bene il testo e anche i commenti per eventuali chiarimenti? Non sapendo come l'hai fatta non ho idea di quale possa essere l'errore.
@meme: mi farai sapere!?

ame ha detto...

ho provato la tua torta(come ho provato 15 volte la torta paradiso classica) ed è stato il solito disastro .dopo il tempo indicato si era formata una crosticina in superfice e sotto c°era il burro allo stato liquido. vorrei sapere chi l°ha fatta davvero. è uscita alta e soffice come la vera paradiso?

Tuki ha detto...

Ame, sei sicuro/a di aver seguito questa ricetta? Il burro liquido proprio non me lo spiego.. ed è una ricetta davvero semplice che non richiede chissà quali accorgimenti. Fatto sta che l'impasto ti si è separato, dev'esserci qualcosa che non va. Questa viene alta e soffice, meno asciutta di quella originale, a me piace di più.

ame ha detto...

la ricetta l'ho eseguita esattamente come indicato da te ,dipende forse dal tipo di forno? io ho un whirpool ,ed ho usato lo statico alla temperatura indicata.devo riprovare?

Tuki ha detto...

il forno statico va benissimo; l'impasto deve essersi "slegato" prima, durante la lavorazione, e il calore del forno ha solo peggiorato le cose.. credo. Riprova se vuoi, ricordati di usare ingredienti a temperatura ambiente. Le uova non montarle come si fa per il pan di spagna e prova a non usare le fruste elettriche oppure usale alla velocità minima. Fammi sapere!

ame ha detto...

ho rifatto la torta(uova a t° ambiente burro a pomata fecola e lievito setacciati)impasto ben amalgamato. ho ottenuto lo stesso risultato, si forma una crosticina e il burro é liquido.cosa posso fare?

bebettas ha detto...

lo ha appena fatto pure a me......il burro liquido sotto la crosticina...l'ho bucata e fatto uscire il liquido. poi di nuovo un po nel forno...
poi mi sa che ho usato le uova troppo grandi e non hanno montato per nulla con lo zucchero a velo nella quantità maggiore. insomma adesso sta raffreddando nel forno

Anonimo ha detto...

Ciao.
Complimenti per il tuo blog, meraviglioso.
La torta l'ho fatta ed è venuta buonissima e sofficissima.
Isabella

Anonimo ha detto...

Ciao tuki,sono Nenè,ho provato oggi a fare una piccolissima porzione della paradiso,è lievitata e il periodo di cottura è stato giusto...ma anche a me il burro è precipitato sul fondo!Leggendo i commenti forse ho capito perchè...le uova erano fredde di frigo:( e il burro quasi sciolto al sole...eheh
Confermi che è successo per le temperature??
Grazie

Tuki ha detto...

Anonimo: confermo, ti si è separato l'impasto a causa delle temperature. Per tutti i dolci bisogna SEMPRE temperare gli ingredienti, salvo dove la ricetta richiede esplicitamente burro freddo.

Tuki ha detto...

@ Anonimo: Ma dai?! La mia è proprio buona. I'm sorry :P
Ps: già gli anonimi perdono un po' di punti in quanto tali, perchè invece di usare quel linguaggio non ci racconti come mai non ti è venuta buona? Magari ne parliamo!

Giada ha detto...

Ciao a tutti mi chiamo Giada e ieri ho provato a fare la ricetta qui descritta. Se posso permettermi un consiglio..ammettendo prima la mia sicura inferiorità in quest'arte..la torta paradiso viene meglio senza il burro..con mezza dose di lievito (identica quantità di fecola),la montatura separata delle uova e due cucchiai per ogni uovo circa di zucchero.(ricetta della nonna..la mia..:-)). Tutti gli ingredienti messi erano a temperatura ambiente ma nonostante la bonta della torta preferisco quella che già conoscevo. ovviamente è un parere!Ho provato anche la ricetta descritta in questo sito della crema pasticcera..e che dire? favcolosa!

Anna ha detto...

Ciao! é la prima volta che scrivo un commento sul tuo blog, ma già lo consulto, lo leggo e rileggo da qualche mese.. Ci sono molte ricette curiose! Per adesso ho tentato solo i "brutti ma buoni" e ne sono andati matti tutti..ora mi cimento in questa ricetta semplice e profumata. Spero di non avere troppi dubbi, nel caso ti scriverò di nuovo, mi sembri molto disponibile e paziente (anche con gli anonimi:->)... Grazie, a presto

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, scusate l'intrusione ma anche io da anni sono alla ricerca della paradiso alta ma soprattutto soffice soffice, che ancora non ho trovato.
Ho scoperto oggi questa ricetta e la farò di corsa.
Vorrei dare un umile consiglio alle persone che nei commenti hanno avuto difficolta'.
Il lievito chimico (come indicato sulle bustine) DEVE essere aggiunto esclusivamente alla fine altrimenti la lievitazione parte subito e quando si mette la torta in forno la reazione chimica è quasi terminata.
Quante torte sgonfie ho mangiato impastando il lievito insieme alla farina!!
Preparate il tutto come da ricetta, mettete l'impasto nella tortiera, aggiungete il lievito, mescolate energicamente ed in fretta e mettete subito la torta in forno, il tutto deve durare pochissimi secondi.
In caso contrario, vedrete che l'impasto fa delle bollicine mentre ancora lo state lavorando. E' il lievito che si e' gia' attivato e la torta non si gonfiera' in forno.
Spero di essere stata utile anche se "anonima".
Stefy
P.S. Le uova devono essere freschissime (al massimo una settimana di vita).

Anonimo ha detto...

ho preparato la torta questa sera, mi dispiace ma e' stato un fiasco incredibile, non e' lievitata e in piu' imbevuta di burro.......evidentemente mia cara la tua ricetta non l'hai spiegata granche' bene!!!!!!!!!!!!Il burro come lo si deve amalgamare negli altri ingredienti? a pezzim sciolto o come? Non sono una cuoca......evidentemente

Anonimo ha detto...

non sono abituato ha dare consigli ,ma la procedura della torta paradiso ha un segreto la fecola deve essere impastata con il burro ,amano, e poi in seguto lavorata con rossi zucchero a velo e bianchi montati a neve .le dosi della ricetta sono giusti e anche il tempo di cottura io ne raccomando di non aprire il forno e non controllare assolutamente la torta con lo stecchino o altro ,finito il tempo di cottura spegnere il forno e lasciare raffreddare prima di aprire 20 o 30 minuti ciao red

Anonimo ha detto...

Affascinata dalla tua bellissima foto, ho provato a preparare la torta paradiso. Premesse pessime, nonostante avessi tenuto uova e burro a temperatura ambiente per tutto il giorno: uova e zucchero sono rimasti liquidi (ho usato le fruste a bassissima velocità) e il burro non si è amalgamato. Non mi sono persa d'animo e ho proseguito con gli altri ingredienti; alla fine ho ottenuto l'impasto pesante di cui parlavi. Risultato: torta eccezionale! Ti ringrazio moltissimo per la splendida ricetta, anche se mi resta il dubbio dei motivi che hanno provocato gli errori iniziali. Ma tu monti uova e zucchero a mano? quando scrivi "a lungo" quanto tempo intendi? (io sono andata avanti per quasi 20 minuti, ma restava tutto liquido!!!!).
Grazie ancora
Barbara

Tuki ha detto...

@ Stefy: in effetti succede se si aspetta troppo, io preparo tutto prima in modo da poter versare subito l'impasto nella teglia e infornarlo.

@ anonimo: nella ricetta c'è scritto burro morbido, giusto? Quindi quando dico di unire il burro unisco il burro morbido a pezzi e lo amalgamo al resto. Se poi l'impasto si è separato, non credo sia colpa delle mie spiegazioni, dato che io la faccio proprio com'è scritto (anche perchè non è mia), piuttosto hai seguito TUTTO alla lettera e sei sicura di non aver sbagliato nulla? Non serve essere cuochi sai, io non lo sono ma non ho mai accusato nessuno di aver scritto male una ricetta, anche quando avrei dovuto, in queste cose ci vuole solo tanta passione e pazienza.

@ red: certo, come ho premesso, questa è una ricetta decisamente poco tradizionale, la vera paradiso ha un procedimento del tutto differente ma non mi ha mai dato risultati sorprendenti, questa versione mi piace e quindi la condivido.

@ Barbara: non riesco a capire perchè succeda questa cosa, non è che sia una novità montare uova e zucchero a lungo per ottenere una massa leggera e chiara (pensa al pan di spagna, non ha lievito per cui bisogna far triplicare uova e zucchero per almeno 15', e non mi è mai rimasto liquido).. detto questo, 20' è anche troppo, in questa ricetta c'è il lievito che aiuta. Comunque mi fa piacere che ti sia piaciuta :)

Gemma ha detto...

Ciao, ho scoperto per caso il tuo sito e ho provato questa torta. Al momento di mettere il burro "a pomata" ho avuto il dubbio che non si amalgamasse e infatti l'impasto di uova e zucchero gonfio è collassato ma poi continuando con le fruste si è amalgamato bene. Cottura 40 minuti anzichè mezz'ora. Ottimo risultato,torta alta e morbida che non "ingozza", grazie per la ricetta. Gemma.

Anonimo ha detto...

Ciao,
ma se la volessimo fare al cacao? Possiamo mettere 250 gr. di fecola e 50 gr. di cacao (o forse 200/100)?

Grazie,
Davide.

Tuki ha detto...

Ciao Davide, scusa il ritardo.. 50g dovrebbero bastare (da sostituire alla fecola), massimo 70g se vuoi un aroma molto intenso. Regolati anche con lo zucchero, mi raccomando. Fammi sapere!

Anonimo ha detto...

Ereticamente ho tolto un po' di fecola (ne ho messo 150 gr.), e aggiunto farina (100 gr.) e cacao (50gr.).

È comunque venuta molto morbida e molto buona (il sapore non è molto dolce, e a me andava bene, volendo si può portare lo zucchero a 250 gr., però).

Saluti!
Davide.

lady ha detto...

Ciao...io vorrei provare a farle ma con il bimby..potresti darmi tempi e velocità? Io ho il tm31. Grazie mille e complimenti.
una torta paradiso come si deve!

foodielady ha detto...

ciao! mi piace molto il tuo blog. ho abbitato per sei messi a roma in 1994 una citta maravigliosa. ho dimenticato molto l'italiano ma voglio praticare con il tuo blog. anche io ho un foodie blog. e nuovo www.foodielady.wordpress.com voglio fare questa riceta perche adoro i blueberry muffins.

Elisa Day ha detto...

Torta invitante e senza farina di frumento *_*
Da provare subitissimo, e con tanta crema!! Se viene bene sarò lieta di riportarla anche sul mio blog!
Elisa

parentesiculinaria ha detto...

Questa torta apparentemente così semplicè è in realtà una vera alchimia! Anche a me non è venute bene. Poco cotta, nonostante l'abbia lasciata di più, e ingredienti leggermente slegati. Devo riprovare...
(intanto la recupero tagliandola a tranci, salvando la parte ben riuscita e facendone una specie di tiramisù, ma con crema chantily...!!!)

Tuki ha detto...

@ parentesiculinaria: ancora non mi spiego questa cosa, mi dispiace molto. Il fatto che non sia cotta è sicuramente dovuto alla temperatura del forno evidentemente troppo alta per questo dolce, le temperature che do io sono indicative, è probabile che il tuo forno scaldi troppo, la prossima volta prova a cuocerla a 160°C e fai la prova con lo stecchino. Per l'impasto slegato penso sempre ad una temperatura non uniforme tra i vari ingredienti.

parentesiculinaria ha detto...

Il mio forno è piuttosto violento e lo uso già a 10° in meno rispetto a quanto indicato solitamente nelle ricette e lo stecchino era uscito asciutto. Per gli ingredienti, chissà... forse il burro doveva essere ancora piu morbido di come l'ho messo io. Inoltre ho sempre l'idea che le uova montino meglio con lo zucchero semolato che con quello a velo (chissà perchè).
Ma da oggi guardo con sospetto il mio nuovo stampo per plum cake in silicone... L'avevo usato per la prima volta con la tua paradiso e per la seconda oggi con un cake dolcesalato che non ha cotto come mi aspettavo. Hai consigli sui materiali di cottura?

Anonimo ha detto...

Buongiorno e scusatemi, anke io l'ho fatta cn il burro ma secondo me è troppo oliosa,/nn qst tua. Ho invece trovato e provato cerca 2 anni fa una ricetta con l'olio e farcita con panna e miele ed è venuta uno splendore, voglio provare questa, poi vi farò sapere i risultati. Cmq grazie della ricetta. Anna

Ania ha detto...

Adoro il tuo blog e le tue ricette sono fantastiche! Questa è la prima che ho provato, una settimana fa, e devo ammettere che era un vero e proprio PARADISO. Si scioglieva in bocca.. Ancora complimenti.

Anonimo ha detto...

Questa torta paradiso con queste dosi
(precise uguali senza cambiare niente)
e questo procedimento
(seguito alla lettera)
è impossibile che non venga.
Da quando ho preso la ricetta ad oggi l'ho fatta 3 volte (nella planetaria)ed è sempre venuta soffice ma friabile,dolce ma non stucchevole,e per niente "impappata"
E' una bontezza....una squisitaggine....una libidine incommensurabile
grazie molte!

Anonimo ha detto...

Ciao! Ho provato varie volte a fare la torta paradiso con le ricette che trovavo di volta in volta su internet, ma non mi è mai venuta bene...adesso ho provato la tua...la torta è in forno! Speriamo! Ti faccio sapere! Complimenti per il blog! Elisa.

Anonimo ha detto...

qst ricetta è una cavolata...l'ho fatta 2 volte esattamente cm è scritta...i miei dolci nn falliscono mai...ma qst è stato il mio fallimento + totale...zucchero a velo e burro si depositano giù durante la cottura a fine cottura è pesantissima e viene un blocco di cemento...se proprio si vuol fare così togliere tutta sta fecola ed aggiungere farina secondo me sarebbe meglio...

Fiorella72 ha detto...

Ciao Tuki, voglio fare la tua torta paradiso, perchè è un pò che ti seguo e le tue ricette sono sempre perfette! Però leggendo tutti 'sti commenti negativi mi è venuta pauraaaaa....senti, ma se montassi gli albumi a neve e poi li unissi ai tuorli montati con lo zucchero e il burro? Ci sarebbero più probabilità di farlo venire bene?
Poi penso che dipenda anche dal tipo di burro, io uso uno di ottima qualità locale tu quale usi?

Anonimo ha detto...

Ciao complimenti per il blog!Vorrei provare anche io questa ricetta..ma vorrei farla con il bimby tm31 che ho..per caso hai i tempi e le velocità?
Grazie in anticipo!

monica ha detto...

Ho provato ieri la tua ricetta, prima di montare uova e zucchero in planetaria le scaldo sempre a fuoco dolcissimo fino a 45° metodo montersino, per inglobare molta aria e rendere spumoso l'impasto. La tua ricetta è ottima ho cotto con tempi più lunghi di quelli da te indicati però, 20 min a 160 e 30 min a 180°.
L'ho postata sul mio blog, ovviamente citando la fonte. Grazie alla prossima.

Anonimo ha detto...

ho provato a fare la torta piena di entusiasmo... ma il risultato è stato disastroso... sul fondo si è formato uno strato di uovo solidificato e sopra un pò di pan di spagna. :(

Serena ha detto...

Ciao, ho cercato questa torta perchè mia sorella mi da il tormento. Io leggo e rileggo le ricette prima di farle e ho sempre seguito tutto alla lettera, ma il mio impasto resta liquidissimo dall'inizio alla fine. Nemmeno quando metto la fecola prende corpo.. liquido!!
Sono rimasta malissimo e l'ho rifatta già due volte con risultato ancora peggiore.
Le uova erano fuori dal frigo da 8 ore, mi sembra sufficiente come tempo no?

Tuki ha detto...

@ Serena: 8 ore sono più che sufficienti, dev'essere un problema di lavorazione che fa slegare il composto. Prova a lavorare il burro morbido a crema e ad unire un po' alla volta le uova montate, invece di fare il contrario (che è sempre più rischioso). Fammi sapere!

Bascherini Catia ha detto...

Ricetta fatta....e sfornata...l'aspetto é invitante!!!!....Una triste delusione, assaggiarla e scoprire che é dura come la PIETRA!!!!
Mai successo!!!!
La sto guardando dall'alto della sua alzatina in attesa di trovare il coraggio per buttarla via.
Pazienza!

Lascia un commento