venerdì 23 luglio 2010

32
commenti
Mini cakes al pistacchio e ciliegie


Ciliegie
Visto che il tema principale di queste ultime settimane sembra essere il caldo - e francamente avete anche ragione ad annoiarvi a sentir parlare sempre di temperature ma è anche giusto che almeno la cucina vada ad assecondarle - non sarò di certo io a fare la voce fuori dal coro, esibendomi in virtuosismi culinari che nemmeno a gennaio con il camino acceso etc. etc. Insomma, non è che qui forno e fornelli siano stati sigillati ma il concetto è quello, si usano il minimo indispensabile, strano (molto, per i miei standard) ma vero. In quel minimo indispensabile rientrano i sorbetti di frutta, of course, ma gira e volta la base è sempre quella (e poi provateci un po’ voi a fotografare un sorbetto di questi tempi ;). L’unica alternativa dolce è la frutta, tanta, a partire dall’ anguria zuccherina e dissetante alle profumatissime pesche saturnine (possibilmente a pasta bianca, grazie), e a tutte le cose buone che si trovano in questo periodo, scusate se è poco.


Mini cakes al pistacchio e ciliegie
Il frutto che ha dato il meglio di se quest’estate è la ciliegia, penso di non aver mai mangiato ciliegie così buone, croccanti, dolcissime, e tante. A proposito di ciliegie, prima che scompaiano definitamente dai banchi della frutta, volevo parlarvi di questi piccoli cakes che ho preparato qualche settimana fa. L’impasto, riadattato da una ricetta di Hermé, è assolutamente perfetto (anche se proverei a ridurre la quantità di burro); nel suo cake mosaic Hermé abbina l’impasto al pistacchio alle amarene, che io ho semplicemente sostituito con ciliegie. Inutile dire che questi cakes hanno avuto un successone, l'impasto è particolarissimo e molto profumato, io li ho trovati ancora più buoni dopo averli passati in frigorifero per un'ora.


Pasta di pistacchio e ciliegie
La ricetta: mini cakes al pistacchio e ciliegie

Ingredienti:
  • 140 g di burro morbido
  • 90 g di farina di mandorle
  • 140 g di zucchero a velo
  • 50 g di pasta di pistacchio 100%*
  • 60 g di tuorli (circa 3)
  • 20 g di latte
  • 70 g di farina 00
  • 100 g di albumi (circa 3)
  • 30 g di zucchero semolato
  • 500 g di ciliegie non troppo acquose
  • pistacchi non salati tritati finemente (per decorare)

Setacciare la farina di mandorle con lo zucchero a velo. Lavorare il burro a pomata, aggiungere la farina di mandorle con lo zucchero a velo e continuare a montare fino ad ottenere un composto soffice. Aggiungere i tuorli leggermente battuti, la pasta di pistacchio e il latte e lavorare con le fruste in modo da rendere ben omogeneo l’impasto. Montare gli albumi, quando diventano schiumosi unire a poco a poco lo zucchero semolato e continuare a montare fino ad ottenere una meringa non troppo soda. Con l’aiuto di una spatola incorporare la meringa all’impasto precedente, alternandola con la farina setacciata a pioggia, facendo molta attenzione a non smontare il composto. Lavare ed asciugare le ciliegie, denocciolarle e tagliarle in quarti, unirle con molta delicatezza all’impasto. Versare l’impasto negli stampini/pirottini (oppure in uno stampo da cake) riempiendoli a 3/4 e cuocere in forno preriscaldato a 150°C per circa 30 minuti (tempo indicativo). Quando le tortine sono cotte sfornarle e lasciarle raffreddare su una griglia. Prima di servirle consiglio di farle riposare almeno un’oretta in frigorifero, decorare con pistacchi tritati e ciliegie fresche.

*La pasta di pistacchio l’ho ottenuta tostando leggermente i pistacchi (non salati) sgusciati e spellati e frullandoli a lungo, fino a ridurli ad una crema vellutata.


Pasta di pistacchio e ciliegie

32 ciliegine:

Elisakitty's Kitchen ha detto...

L'aspetto così invitante, il colore così accantivante... Si capisce che sto desiderando oltremodo questi cake, attraverso lo schermo del mio pc? Come sei chic ad usarele ricette di Hermè. buon fine settimana

lagaietta ha detto...

altro che belle...senza parole.
ormai sei troppo avanti cara la mia ciliegina!!!

( parentesiculinaria ) ha detto...

Sei la dea sull'olimpo cara mia. Irraggiungibile e intoccabile. Un po' di dispiacere, ma molta ammirazione. Sempre super.

Luciana ha detto...

Che belle!!! mi piacciono troppo!!! golose dentro e fuori!!! complimenti!!! un bacio

Carolina ha detto...

Sono meravigliosi... E sì, i colori di questi mini cake sono incredibilmente accattivanti!
Anche io ho ridotto al minimo indispensabile l'uso di forno e fornelli, mentre la povera gelatiera è sottoposta a veri e propri straordinari... ;)
Scusa Tuki, avrei una domanda. Nel post scrivi che ridurresti la quantità di burro. Invece di 140 g quanti ne metteresti?
Grazie e scusa per il disturbo.
Ti auguro un buon fine settimana!

BreadandBreakfast ha detto...

uno spettacolo...tutto col pistacchio mi apre il cuore, e l'eleganza della tua presentazione è da applausi! :)

Snooky doodle ha detto...

wow che belli! e poi ciliege e pisstacchi saranno buonissimi. :) buon weekend

Onde99 ha detto...

Che belle foto, i soggetti sembrano di porcellana lucente da quanto sono perfetti!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

be che dire tesoro ogni tua ricetta è spettacolare...guardare ed immaginare di essere trasportati in un mondo fatto di piccoli piaceri golosi è sicuramente la tua carta vincente, sei davvero unica !!!che colori e il sapore....sarà sicuramente superlativo....pistacchi,mandorle,ciliege...che c'è di piu godurioso!!!bacioni imma

Cey ha detto...

Esteticamente sono bellissime e devono essere anche buone da morire *_* Mi piacerebbero anche con una spolverata di cacao *_*

G ha detto...

Sono a Parigi con la mia mamma e le abbiamo mangiate ieri.. Ma non erano belle come le tue!!! ;) tanti baci

Tuki ha detto...

@ Carolina: io scenderei anche a 100 g, visto che la pasta di pistacchio è già molto grassa di suo.

@ G: quanto ti invidio per Parigi! Io questi cakes non li ho mai trovati da Hermé, erano buoni immagino!?

Anonimo ha detto...

Che bello il tuo sito! Complimenti!
Sono nuova e inesperta, ma con tanta voglia di migliorarmi. Potresti spiegarmi cosa intendi per burro lavorato a pomata? Usi le fruste elettriche o è meglio lavorarlo a mano? E se a mano, con una forchetta o con la frusta?
Vi prego, non scandalizzatevi se le domande vi sembrano sciocche, c'è sempre una prima volta ;)!
Chiara

°.°. Martina .°.° ha detto...

Tuki, sei sempre la migliore... Che belle foto e che buona ricetta!! era da un po' che non ci sentivamo... Sono riuscita a creare un mio blog!! ce l'ho fatta!! ora non mi resta che invitarti.. quando vuoi, passa a trovarmi, mi farebbe piacere!! Avrei una domanda che forse ti ho già posto: che macchina fotografica usi? dovrei (o meglio, vorrei) acquistarne una, ho visto la canon eos 1000d e mi sembra una buona macchina. ma magari non lo è, tu cosa usi?
Ultima: vicino al piatto usi uno specchio per riflettere la luce??
scusami, ma tu lo sai, io sono quella delle domande!! grazie ancora! Martina

Mirtilla ha detto...

Saranno le foto venute benissimo (come sempre del resto) ma questi cakes sono davvero bellissimi da vedere... non oso pensare a quanto siano buoni!!! Appena sto caldo maledetto si affievolisce un pò li provo subito perchè penso proprio che ne valga la pena!!!

ilcucchiaiodoro ha detto...

Queste immagini mi hanno fatto perdere completamente la testa...
Donatella

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Mamma che delizia questi mini cake!
Ciliegie e pistacchi è un abbinamento che vogliamo provare sia per il gusto sia per i colori rosso e verde che si accostano!
baci baci

Cristina ha detto...

Mmmm..l'ultima foto è spettacolare, ho l'acquolina in bocca! L'unica cosa che mi frena è l'ammontare scandaloso di burro...da fare quando ci sono ospiti, per non rischiare di mangiarseli tutti!!!

giulia pignatelli ha detto...

Belle belle belle!!! Corro ad aggiungermi ai tuoi sostenitori!

giulia pignatelli ha detto...

Vedo che non hai l'elenco degli amici... altro elemento di classe in più ;)

G ha detto...

Buoni sì! :D peccato che lo scorso we ha chiuso e ora sono rimasti aperti solo i negozi e i corner di macarons, ma poco male.. ci sono sempre Ladurée e Fauchon! ;))))

Chicca ha detto...

Ciao Tuki , lo sò sono in ritardo, ma qusti minicakes meravigliosi non sembrano tanto parenti delle financiers??comunque, l'abbinamento è superbo come le foto; pensa che da me fanno delle paste tutto pistacchio con all'interno l'amarena "quarantina".Comunque provali con l' amarena sciroppata!vedrai l'aspro crea un contrasto meraviglioso col pistacchio, ma tu già lo sai, che dico!!! tutto sempre elegante e sofisticato.complimenti

baci baci

Anonimo ha detto...

Farli con delle ciliegie sotto spirito sarebbe proprio sbagliato?!

Fragolina ha detto...

Sono bellissime queste torte!! Anché le foto sono meravigliose. Un bel blog, é la mia prima visita. Mi piaciono le ricette.

Fragolina ha detto...

A foodblogger friend has passed on to me the One Lovely Blog Award and I would like to share it with you. Check it out here http://fragoleefarfalle.wordpress.com/2010/11/30/one-lovely-blog-award/ Thank you.

Anonimo ha detto...

Buona sera, volevo chiederle cone conservare la pasta di pistacchio. Mi hanno regalato dei pistacchi di bronte e volevo farla.
Grazie mille e...ogni parola è inutile per dirle quant0 meraviglioso sia il suo blog!
Irene

Lascia un commento