lunedì 7 giugno 2010

61
commenti
Di compleanni e nuovi ingredienti


3Peonie
Sono già passate due settimane dall’ultimo post, e nel frattempo sono passati anche tre anni dal giorno in cui ho scritto il primo post sulla Ciliegina e, lo so, avrei potuto dedicargli un dolce e magari dilungarmi in un post nostalgico e un po’ (auto)celebrativo ma quest’anno è andata così, dopotutto di dolci ne vede già abbastanza :-) Tre anni sono tanti, è vero, e sinceramente faccio talmente tanta fatica a crederci da non riuscire a dargli la giusta importanza. In ogni caso sappiate che se non fosse per voi, per le vostre numerose email, per i commenti, anche solo per l’impronta che lasciate quando entrate in questo spazio, forse non sarei qui a scrivere questo ennesimo post. E appunto, passiamo all’argomento del post, altrimenti finirei per contraddirmi ;-)

Fragole essicate

Volevo solamente condividere con voi la mia “recente” mania, che è un po’ la scoperta dell’acqua calda, della frutta disidratata e ridotta in polvere, da utilizzare come ingrediente (e anche colorante) in svariate preparazioni. Tutto è iniziato poco meno di un anno fa, mentre stavo essiccando i pomodorini dell’orto e pensavo a quante cose si possono fare riducendo in polvere la frutta e la verdura essiccata. Poi me ne sono anche dimenticata, ovviamente, e mi è tornato in mente quando non c’era più nulla di sfizioso e colorato da disidratare. È andata a finire che, presa dalla curiosità, ho ordinato fragole e lamponi disidratati dagli USA (e non sto nemmeno a raccontarvi le simpatiche vicende con la dogana, ve le lascio immaginare) ma la cosa mi ha lasciata piuttosto insoddisfatta. Neanche a dirlo, provate ad indovinare cosa ho fatto questa primavera, quando ho trovato le prime fragole dolci e saporite?! Si, esatto, ho preso un chilo di fragole, le ho affettate, le ho sistemate nella mia essiccatrice e ho aspettato che perdessero tutta l’acqua. Il risultato? Poco più di un etto di polvere di fragole disidratate e profumatissime, la casa interamente impregnata del loro profumo e una gran soddisfazione. Se avete l’essiccatrice o un forno con questa funzione vi consiglio di provarci, vi basterà pochissima polvere di frutta per rendere originali delle semplici meringhe, un cake da colazione, dei raffinati macarons, e tutte le preparazioni di base che vi vengono in mente.


Fragole essiccate

Capirete che quando ho visto queste brioches da Fanny non ho saputo resistere e ho ripreso l’idea utilizzando la ricetta dell’impasto di base dei miei cinnamon rolls (ho solamente ridotto il lievito, viste le temperature), mentre per la ricetta del ripieno mi sono attenuta alla ricetta originale, che è di Sandra, sostituendo il cacao con la polvere di fragole. Vi consiglio di provarle, e se non avete modo/voglia di fare la polvere di fragole provatele con il cacao o con quello che più vi piace, ma provatele perché sono davvero buonissime e sfiziose!


Brioches marmorizzate alla fragola

La ricetta: brioches marmorizzate alla fragola
per 15 brioches


Per l’impasto:
  • 250 g di farina Manitoba
  • 250 g di farina “00”
  • 5 g di lievito di birra disidratato
  • 80g di zucchero semolato
  • 60 g di burro fuso raffreddato
  • 1 uovo grande leggermente battuto (a temperatura ambiente)
  • 250 g di latte tiepido
  • un pizzico di sale
  • 1 bacca di vaniglia

Per il ripieno alla fragola:
  • 45 g di albume
  • 30 g di farina “00”
  • 60 g di zucchero
  • 120 ml di latte
  • 30 g di polvere di fragole
  • 15 g di burro
Versare la farina setacciata e mescolata al lievito nella planetaria, unire tutti gli altri ingredienti (tranne il burro) ed impastare a velocità minima per una decina di minuti, l’impasto deve risultare morbido, liscio ed elastico. Il latte non va aggiunto tutto assieme, potrebbe essere troppo o troppo poco, a seconda del potere di assorbimento della vostra farina. Aggiungere il burro ed impastare fino a quando l’impasto non risulterà lucido ed elastico e si staccherà perfettamente dalle pareti del recipiente. Coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per 1-2 ore, fino a quando il volume non sarà raddoppiato. Nel frattempo preparare il ripieno. Versare in un recipiente l’albume con la farina e lo zucchero, lavorare bene il tutto in modo da avere un composto omogeneo. Scaldare il latte fino a farlo sobbollire ed unirvi la polvere di fragole e il composto a base di albume, mescolare bene facendo attenzione ad evitare la formazione di grumi (se dovessero formarsi, togliere dal fuoco e mescolare velocemente) ed aggiungervi il burro, continuando a mescolare fino a quando il composto non risulterà omogeneo e ispessito. Trasferire in un recipiente e lasciar raffreddare, successivamente distribuire sulla pellicola in modo da formare un rettangolo di circa 20 x 25 cm, coprire con altra pellicola e lasciare in frigo. Quando l’impasto è lievitato, versarlo sul piano leggermente infarinato e stenderlo formando un rettangolo di circa 40 x 25 cm, posizionare il rettangolo di ripieno al centro (il lato corto dev’essere parallelo al lato lungo dell’impasto lievitato) e riportare i lati corti dell’impasto verso il centro, sigillare bene i bordi in modo da chiudere bene il ripieno nell’impasto. Stendere in modo da formare un rettangolo di circa 50 x 20 cm dare un giro doppio (riportare i lati corti verso il centro, lasciando poco spazio tra i due, e piegare il tutto in due come se fosse un libro). Stendere nuovamente (nella direzione data dal lato chiuso) e ripetere il giro doppio. Coprire con pellicola e lasciar riposare 15 minuti in modo da permettere al glutine di rilassarsi. Stendere uniformemente in modo da ottenere un rettangolo di 50 x 35 cm ed arrotolarlo abbastanza stretto (partendo dal lato lungo). Con un coltello affilato ricavare dal rotolo delle fette spesse circa 3 cm e sistemarle in stampini o anelli d’acciaio imburrati, coprire con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio (circa 45 minuti). Infornare in forno preriscaldato a 180°C e cuocere per una ventina di minuti, o fino a quando non risulteranno leggermente dorate.

61 ciliegine:

BU ha detto...

Superbo lavoro! complimenti! proverò durante questa estate sfruttando il sole non avendo l'essiccatrice...grazie per queste idee originali!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Grazie per questo post meravigliso...se non si ha l'esicatrice si puo' usare il forno?

Alem ha detto...

la polvere di fragole è una genialata!!
e le brioches fantastiche!!
da provare con i cacao!! :)

Camomilla ha detto...

Te li ho fatti di là, ma ci tenevo a farlo anche qui: auguri cara Jessica a te e a questa favolosa creatura!

Io non ho l'essicatrice e sto seriamente rimpiangendo di non aver acquistato quelle fragole essicate che ho visto lo scorso week end nelle Langhe. Ma forse mi è venuta in mente un'altra idea ;)

Tuki ha detto...

@ Lisa: :))

@ Bu: qui in Friuli non ci riuscirei mai ma in altre regioni un po' più a sud è fattibile!

@ Alem: sono da provare con qualsiasi cosa ;)

@ Glu.fri e Maia: certo, l'importante è avere un forno che mantenga una temperatura bassissima e costante (intorno ai 40°C, credo).

@ Camomilla: grazie, sono curiosa di vedere cos'hai in mente! io sto aspettando i lamponi del mio giardino :)

Monique ha detto...

what's essiccatore? è tanto che penso di prenderlo e il colore di questa polvere è veramente spettacolare...

Tery ha detto...

Scoperta dell'acqua calda?? Per me è una cosa stupenda!!!!
Ho sempre voluto fare essiccare la buccia d'arancia da usare come aroma, ma non avevo mai sentito parlare di tutti questi utilizzi della frutta secca!!
Sei sempre una fonte preziosa di informazioni!!
Complimenti per la ricetta...sono sfiziosissimi solo a vedersi!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ciao ciliegina ancora una volta mi sorprendi...che idea quella di essiccare la frutta per poi adoperarla in questo modo cosi goloso e scenografico!!sei davvero unica e queste briochine mi sa che le provo come ho provato la tua torta al limone glassata,favolosa anzi se ti va di dare un occhiata al mio blog l'ho postata proprio oggi...sei un mito per me!!bacioni imma

Anna ha detto...

Cara Tuki,
Innanzitutto tanti auguri di buon blog-compleanno. Il tuo blog è senz'altro uno dei miei preferiti: elegante, con ricette precise e chiare e delle belle fotografie. E poi concordo con te: anch'io leggendo il blog di Fanny, ho provato queste brioche (variante al cacao) e confermo che sono fantastiche! Unico neo: mi hanno costretto (le mie tre piccole schiaviste) a rifarle due volte alla settimana per un mese! Anna

Cristina ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di comprare l'essiccatrice! Solo che ho una micro-cucina che già sembra sull'orlo di esplodere...uff...la prima foto è splendida, adoro le peonie e tu hai catturato benissimo la loro poetica bellezza.

G ha detto...

ohhhhh! *.* anche io voglio un'essiccatrice ora!! (ohmamma......) dove si compra??? costa molto??? :)
Ma soprattutto auguri a questo meraviglioso blog e a te cara Tuki! Vi auguro di cuore ancora tanti tanti tanti (ma proprio tanti!) bellissimi post! un abbraccio

pagnottella ha detto...

Uhhhhh anch'io ho provato a farleeeeee...
Credo però che l'essiccatrice sia più adatta...
Le mie un pò umide sono rimaste...
http://ilgaiomondodigaia.blogspot.com/2010/04/e-felice-canto-beatamente.html

Complimenti...bellissime ricette e fantastico blog! ^_^

carlotta ha detto...

Non ho l'essiccatrice purtroppo, uffa! Ma cosa intendi con "funzione essiccatrice" del forno?

Le brioches comunque sono bellissime! chissà che profumino! altro che cornetto e cappuccino, questa colazione è da vera Marie Antoinette!

Castagna ha detto...

Innanzitutto auguri! Io non ho l'essiccatrice e credo proprio che varrebbe la pena averla almeno per provare questo inebriante profumo di fragole.
Le tue brioches sono una meraviglia...come tutte le tue ricettine d''altronde ;-)

Ely ha detto...

polvere di fragola... sei un GENIO!!!!!! che grande idea se trovo ancora delle fragole la faccio! uno spettacolo le tue brioches!!!!

lise.charmel ha detto...

che meraviglia di brioche, hanno un aspetto strepitoso, così marmorizzate. e chissà che profumo!
cento di questi giorni tuki, il tuo è uno dei miei blog preferiti da quando mi sono avvicinata al genere

Elga ha detto...

Meraviglia per gli occhi, non ho altro da aggiungere! Peccato non avere l'essicatrice!

valeria ha detto...

ciao tuki,
per motivi vari non mangerò dolci fino al 6 di settembre...è dura ma quando posti qualcosa tu arriva come una ventata d'allegria e, perchè no, anche il profumo di questi dolci sensazionali.
nell'attesa di provare qualcosa dal tuo straordinario blog volevo dirti..grazie!!
Valeria

arabafelice ha detto...

Ecco, ora ho un desiderio compulsivo di essiccatrice...:-)

UnaZebrApois ha detto...

innanzitutto auguri per i tuoi "3 anni"!!!
poi ti faccio i miei complimenti per queste fragole...ma che spettacolo!!!mi metto subito a cercare la disidratatrice!!!Sono bellissime!!!E i pink rolls devono avere un profumo ed un sapore unici!!!

Anonimo ha detto...

Polvere di fragole, come resistere alla tentazione? Proverò con il forno ventilato a 50° per x ore... Pensi sia una follia? Nicoletta

Tuki ha detto...

Grazie di cuore a tutti per gli auguri :)

@ G: sinceramente non saprei dirti il prezzo, me l'hanno regalata due anni fa e allora non se ne vedevano tante in giro, sicuramente adesso se ne trovano più facilmente!

@ carlotta: ci sono forni piuttosto recenti (non è il caso del mio!) che hanno una funzione apposita per la disidratazione di frutta/verdura.

@ Cristina, arabafelice e UnaZebrApois: ora non vorrei sentirmi in colpa per avervi passato il tarlo ;P

@ Nicoletta: effettivamente si, non voglio immaginare il numero di ore :-))

Edda ha detto...

Veramente grazie a te per questo spazio fiabesco e auguroni per ancora tantissimi lunghi anni!
Anch'io essicco le fragole (in forno) ma questa versione tourbillon è irresistibile :-)

Gambetto ha detto...

Ottima idea. Lo spunto è notevole anche perchè si presta a vari tipi di preparazione.
Complimenti davvero e grazie come sempre per la condivisione ;)
Buonissima giornata :)

eli cinescopio ha detto...

La ricetta l'ho presa subito e la farò direttamente per domani sera, però con il cacao (sono allergica alle fragole :-<).
Potresti gentilmente dirmi il nome di quei fiori meravigliosi della prima foto???
grazieee eli

miciapallina ha detto...

Urkalà... devo limitarmi a segnare la ricetta in attesa di smaltire le cicce (e il colesterolo di GrandeGatto) accumulate durante il recente giro in Sardegna....
Ma la segno... questa ricetta sarà mia!
Grande, come sempre!

nasinasifragolosi

Blueberry ha detto...

ommamma, sono bellissimi!!! marmorizzati davvero sono unici, che brava!

Carolina ha detto...

Davanti a quella polvere rossa impalpabile sono rimasta estasiata...
Colpita e affondata! ;)
Ti auguro una buona giornata!

Valentinute ha detto...

Il mio ragazzo qualche mese fa mi aveva promesso di costruirmi un essiccatore, ma poi non ne abbiamo parlato più. Ora che ho visto questo: lo costringo a farmelo in un baleno! Assolutamente GENIALE!

viola ha detto...

Davvero una meraviglia, il colore delle fragole essiccate, il profumo che purtroppo posso solo immaginare e il risultato che è qui sotto gli occhi, davvero straordinario.
Tanti auguri per il compleanno del blog.
Foto meravigliose, ricette fatte a regola d'arte originalità e grande personalità.
Che si può volere di più....
Un blog fantastico.
Complimenti!

Alelunetta ha detto...

Che bella idea, davvero originale! Le brioche marmorizzate con quel colore rosa.. sono deliziose! Complimenti!

Anonimo ha detto...

M I T I C A!!! come sempre del resto...e foto impareggiabili!
Giulia s.

MMM ha detto...

GNAMMM ! Adorabili alla vista e.. sicuramente gustosissime=)




wwww.modemuffins.blogspot.com

claudia ha detto...

che belle! e chissa quanto sono buone! ma... visto che non ho l'essiccatrice, potrei provare in forno a 50° e ventilato? la mia terrazza è assolatissima, ma a me non sembra igienico essiccare all'aria. grazie mille

Tuki ha detto...

@ elicinescopio: sono peonie! Hai fatto le brioches? Fammi sapere ;)

@ valentinute: che fortunata!!

@ claudia: io proverei a tenere il forno lievemente aperto (come si fa per le meringhe).

Di nuovo, GRAZIE a tutti!

Giulia ha detto...

E' una genialata pazzesca, questa polvere di fragole! La devo fare assolutamente! E presumo si possono usare anche altri tipi di frutta!
Un bacione

Ciboulette ha detto...

auguroni alla ciliegina!!!!

Ho visto recentemente il video in cui Loretta Fanella prepara dei macarons bianchi e poi li ricopre di polvere di frutta disidratata per colorarli (li "impana, diciamo cosi'), ed ho pensato appunto "chissa' quanta frutta ci sara' voluta per quel mucchietto di polvere????

Quel mucchietto rosso rende la domanda praticamente irrilevante :)

LiquiriziaDolceRadice ha detto...

Ciao Tuki! Ma di che tipo è il tuo essicatore? Elettrico? Di plastica? Ne ho visti un pò su ebay ma non so quale scegliere!

Tuki ha detto...

@ LiquiriziaDolce Radice: il mio è elettrico, con più ripiani. Non ricordo la marca ma quelli che ho visto in giro sono tutti molto simili.

lagaietta ha detto...

Tuki!!!!! tantissima auguroni anche a te per il blog!!! il mio ormai è vecchiarello!

sai che con questa idea della polvere di fragole ci farò i macarons!

lagaietta ha detto...

ecco, però tu hai l'essicatrice...in forno? le fragole tagliate a fette in forno dici che danno lo stesso risultato? hm..sto meditando sulle temperature...hm...che mi consiglieresti?

Anonimo ha detto...

È la prima volta che commento ma ti seguo dall'inizio..Ho appena fatto il tuo sorbetto (ho usato le fragole perché non avevo lamponi), è una crema! Grazie per le tue ricette, fin'ora non ne ho sbagliata una! Cri

Anonimo ha detto...

Sono sempre io, forse avrei dovuto commentare il post del sorbetto! Scusami, non ci ho fatto caso. Ora ho preso di mira queste brioches, le faró sicuramente al cioccolato!! Cri

Katia ha detto...

Tuki che meraviglia come al solito :)
Auguroni per il blog-compleanno... 100 di questi post!
Un salutone e a presto

Tuki ha detto...

@ Gaietta: io andrei di 40-50°C (da controllare con un termometro da dorno) e terrei lo sportello leggermente aperto.

@ Cri: se le fai facci sapere :)

@ Katia, Suki: grazie!

Anonimo ha detto...

ciao volevo dirti che mi fai morire con queste delizie sono incinta per la seconda volta e sono in un paese estero dove nn si triva nulla per dolci e soprattutto nn li sanno fareeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ma quando torno a casa prometto di rifare tutte le tue ricette sono ottime

Moscerino ha detto...

queste brioche rosa sono deliziose! certo, adesso è tardi per fare la polvere di fragole...peccato!

luisaeluca1 ha detto...

Sei la mia unica speranza, mi affido a te .... qualche idea per una torta di compleanno che possano mangiare anche bimbi di 2 anni?
Vorrei preparare qualcosa di speciale ma essere sicura degli ingredienti!

Tuki ha detto...

@ luisaeluca: volentieri, magari scrivimi una mail con qualche dettaglio in più su ciò che ti piacerebbe fare. La mail la trovi in alto a destra (sopra la barra di ricerca).

Lascia un commento