venerdì 21 maggio 2010

67
commenti
Torta al limone glassata


Torta al limone glassata

Ho sempre adorato questo periodo dell’anno, sarà che sono nata i primi di giugno (come il blog) ma mi sento davvero a mio agio quando le giornate sono tiepide, luminose, e soprattutto lunghe. Quest’anno non è andata proprio benissimo, ma abbiamo ancora un mese di primavera, non lamentiamoci. Il maltempo inaspettato dell’ultimo mese ha mandato in letargo la mia creatività in cucina, e di conseguenza il blog. Anche se, in un modo o nell’altro, negli ultimi giorni ho pensato al blog più di quanto non possa sembrare, non ci credete? Non vi dico nulla, Stay tuned :-) Dicevo, niente dolci particolari (a parte un fraisier fatto per la festa della mamma), anche perchè mi sono fatta distrarre dalle fragole, dalle primissime ciliegie, e da tutta la verdura fantastica che c’è nei mercati.. per non parlare di tutte le erbette di campo, di cui vado matta, e persino dei fiori di sambuco, con cui ho fatto un profumatissimo sciroppo che utilizzo per preparare bevande rinfrescanti nei mesi più caldi. Il dolce di cui vi parlo oggi è una torta al limone che faccio spesso, è davvero semplicissima ma è così fresca e aromatica da non cadere nella banalità. Ancora una volta la base da cui sono partita è il quattro quarti (come qui), potrebbe sembrare assurdo ma giocandoci un po’ si ottengono dei dolci diversissimi. Ciò che fa la differenza in questo dolce è l’aggiunta della panna acida, che aiuta a mantenere una buona umidità e conferisce un sapore acidulo davvero piacevole, e il metodo di lavorazione, grazie al quale si ottiene una texture molto compatta ma allo stesso tempo sofficissima. Solitamente non amo glassare le torte ma in questo caso la glassa è proprio ciò che serve a rendere completo questo dolce, in più trovo che le conferisca un aspetto molto old fashioned, non trovate? Ho provato anche a spruzzarla con uno sciroppo semplice preparato con 50 g di zucchero e 50 g di succo di limone, il risultato è molto simile a ciò che gli anglosassoni chiamano lemon drizzle cake ma, personalmente, trovo che la bagna sia di troppo. Se come me amate spudoratamente tutto ciò che profuma di limone (lemon curd, lemon meltaways & co.), provatela!

Torta al limone glassata
La ricetta: torta al limone glassata
Ingredienti:
  • 150 g di uova intere (3 uova medie) a temperatura ambiente
  • 150 g di zucchero
  • 75 g burro fuso
  • 150 g di farina “00”
  • 150 g di panna acida a temperatura ambiente
  • la scorza di un piccolo limone
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  • 5 g (1 cucchiaino) di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
Per la glassa al limone:
  • 150 g di zucchero a velo
  • 20 g di succo di limone
  • scorze di limone per decorare

Stemperare la panna acida con l’estratto di vaniglia, il succo e le scorze di limone e il sale. Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una massa molto chiara e spumosa (10-12 minuti), incorporarvi il composto contenente la panna acida facendo attenzione a non lavorare troppo il tutto. Unire la farina setacciata con il lievito, un po’ per volta, ed incorporarla delicatamente, con l’aiuto di una spatola (sempre movimenti dal basso verso l’alto). Aggiungere infine il burro fuso raffreddato (dev’essere ancora liquido) a filo, continuando a lavorare l’impasto con la spatola, sempre con delicatezza. Versare l’impasto in uno stampo rotondo (18-20 cm) imburrato ed infarinato e cuocere in forno preriscaldato a 170°C per circa 45 minuti, o fino a quando la torta non risulterà dorata in superficie e asciutta all’interno. Sformare il dolce e lasciarlo raffreddare su una griglia. Preparare la glassa aggiungendo il succo di limone allo zucchero a velo, regolarne la consistenza aggiungendo eventualmente poco zucchero o qualche goccia di limone per volta; la glassa deve essere abbastanza fluida da stendersi da sola ma, allo stesso tempo, non deve essere così liquida da risultare trasparente. Versare tutta la glassa al centro della torta (io l’ho capovolta per avere una superficie perfettamente piana) e lasciare che scenda anche lateralmente, se dovesse risultare ancora troppo densa aiutarsi con una spatola per distribuirla al meglio. Decorare a piacere con scorzette di limone.

Torta al limone glassata

67 ciliegine:

nitte ha detto...

Semplicemente bellissima,non ci sono parole per descrivere questa torta ,poi abitando a Procida, isola dove il limone regna sovrano, non posso che apprezzarla totalmente!!!Ciao.

fantasie ha detto...

Bellissima ed invitantissima! Fra l'altro ho un quintale di limoni da smaltire...

Juls @ Juls'Kitchen ha detto...

anche io adoro i quattro quarti ed adoro giocare con le proporzioni, perché ti permettono di cadere sempre in piedi con tutte le variazioni che ti vengono in mente! Poi idolatro il limone, soprattutto nei dolci, e quindi questa proprio m'è garbata!! :D

Francesca ha detto...

sei una meraviglia, mi lasci sempre senza parole.
ciao tuki,
nina

Onde99 ha detto...

Presente: sono una fan di tutto ciò che gli inglesi definiscono citrusy! E le foto sono di una delicatezza unica!

carlotta ha detto...

Finalmente una nuova ricetta! ahh le torte al limone sono tra le mie preferite in assoluto! anche io sono una limone-dipendente, infatti! Quindi altro che banalità, la tua splendida torta mi sarà molto utile! Poi ovviamente è esteticamente perfetta!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

bellissima torta bellissima foto e fantastica tu!!!!!!ogni tanto una nuova ricetta ma sempre meravigliose!!!baci imma

Patricia ha detto...

Da provare con la panna acida, questo tipo di torte le conosco bene, tortine di merenda d'infanzia e glassate con succo di limone o arancia!! (la glassa ti è venuta incredibilmente bianca!! :)
Anch'io sono nata i primi di Giugno, ma nell'altro emisfero (infatti adoro l'autunno)
Besos:)
Patricia

Tuki ha detto...

@ tutti: sono contenta che vi sia piaciuta, ora dovete provarla ;)

@ anonimo: io la trovo in tutti i supermercati, solitamente si trova nel banco frigo (assieme alla panna fresca).

@ patricia: effettivamente l'autunno è bellissimo ma le giornate corte non fanno proprio per me!

meringhe ha detto...

Ah meno male che ogni tanto torni a deliziarci con le tue meraviglie! In questo caso sei riuscita a rendere golosissima e innovativa e soprattutto bellissima una ricetta piuttosto classica, e questa è proprio una delle cose che mi piacciono di più del tuo modo di fare foodblog.

Daphne ha detto...

Un ritorno fantastico, adoro i dolci al limone e adoro il modo in cui tu ci presenti i dolci ^_^
Domenica mi do da fare, mè venuta voglia di una fettona di questa o_O
Buona restante primavera ^_^

Ely ha detto...

santa Peppina!!!! ma è perfetta! letteralmente perfetta!

UnaZebrApois ha detto...

Le foto sono eccezionali e questa torta è davvero SUPER!!!

saretta m. ha detto...

che bella questa torta...anche io poco tempo fa ho fatto dei cupecakes al limone e senza la glassa perdevano parecchio(la ricetta è nel mio blog)...la glassa che ho messo io è identica alla tua(succo di limone e zucchero a velo aggiungendo delle scorzette grattuggiate)...a questo punto devo provare questa versione della torta con panna acida...un bacio

maia ha detto...

un semplice quattro quarti, nelle tue mani diventa un capolavoro!

brava

lise.charmel ha detto...

stupenda, come ognuna delle ricette di questo blog. questa però mi sembra anche alla mia portata, spero di riuscire a provarla al più presto

Alem ha detto...

la glassa sembra finta per quanto è perfetta!!! :) :)
bellissima!

arabafelice ha detto...

Se leggo "limone" mi fiondo...e vedo che ho fatto benissimo!!!

burrofragola ha detto...

Ho giusto a casa dei limoni da fare fuori!!!Quasi quasi la faccio domenica che vengono i suoceri a pranzo!

lagaietta ha detto...

beh, letta e fatta...è in forno giusto ora! io ci ho aggiunto del cocco in polvere perchè con il limone mi piace sempre tanto!

michela ha detto...

MERAVIGLIOSA.
Semplice e meravigliosa..
me la segno subito..
ciao

Tuki ha detto...

@ lagaietta: di già?? velocissima :-)) Buona l'idea del cocco, anche la farina di mandorle starebbe benissimo. Fammi sapere!

Ciboulette ha detto...

rimango sempre incantata davanti alle tue foto. La ricetta sembra di quelle a perfetta riuscita, salvo :)

Ciao, Elvira

manuela e silvia ha detto...

Questo periodo piace molto anche a noi: tra i profumi della primavera ed il caldo dell'estate, forse è questo il periodo che ti godi di più entrambe le stagioni!
Buonissima e delicata questa torta, i dolci al limone ci piacciono particolarmente.
baci baci

lagaietta ha detto...

tuki,
è venuta una favola!!! bellissima ricetta davvero, il cocco sta benissimo e sembra una nuvola quando la mangi!!!
grandeeeee

lagaietta ha detto...

tuki, guarda i miei muffins ricavati dalla tua ricetta!!! io ho fatto mini porzioni invece che una torta intera!
http://lagaietta.wordpress.com/2010/05/22/muffins-al-limonecocco-gf/

Anonimo ha detto...

Questa me la segno subito, la faccio non appena riesco a trovare la panna acida! Vic

Edda ha detto...

Mi piace tantissimo la composizione e sono curiosa sul sapore. Grazie anche per questa bell'aria fresca e serena :-)

mela ha detto...

Che dire?
Che vorrei poterla assaggiare?
Bellissima (la torta) e bravissima (tu)!
A presto...

Ornella ha detto...

Come ti capisco... sono anch'io una Gemelli! ;)))
La torta al limone è splendida, così come la foto!!!
Ciao, Ornella

Imbini Pasticcini ha detto...

ciao cilieginaaa!!!
è da un sacco che di tempo che guardo il tuo blog ma non sapevo bene se potevo commentare e come!!!caspita sei bravissssssimaaaaaaaaaaa tutte le tue ricettine che ho provato sono sempre state un successo...tu sei una garanzia!!!
complimenti davvero per il tuo blog....è un sogno!sei straordinaria!!che dire...?
ricette perfette, ingredienti e dosi sempre perfetti, e foto perfette.... sei perfetta!=)
grazie mille per tutte le tue magnifiche ricettine...!!=)
buona giornata....

Benedetta ha detto...

si si va bene, quando TU scadrai nella banalità, io chiudo baracca e burattini...

ma lo vedi che la glassa è distribuita PERFETTAMENTEEEEEE...ma come fai...!
fantastica, buon periodo dell'anno che preferisci!

La Gaia Celiaca ha detto...

meravigliosa questa torta.
arrivo qui shake & bake e le sono grata per avermi fatto scoprire il tuo bellissimo blog!

chiara_c ha detto...

Ciao amica mia...complimenti sempre sempre sempre per le tue meravigliose creazioni. Anche se non ci sentiamo da un po' sappi che sei sempre nei miei pensieri e in cima alla lista dei preferiti!!!!!!
Spero davvero che riusciremo a vederci prima o poi.
Un bacio enorme. Chiara

Alelunetta ha detto...

Bella e immagino anche buonissima con quella glassa che sembra avvolgerla delicatamente in un abbraccio! il limone? piace moltissimo anche a me sia nei piatti dolci che salati :))

Tombouctou ha detto...

So delicious-looking ! And your pictures are great. Really, I have to learn italian.

Gabriella ha detto...

Questa torta mi ha colpito talmente tanto che, pur di farla, ho deciso di fare una ricerca approfondita per capire dove potessi trovare qui a Palermo la panna acida e finalmente l'ho trovata (al natura sì). Ne ho trovato addirittura due tipi diversi: una si chiama creme fraiche ed ha una percentuale di grassi del 32%, mentre l'altra in italiano è tradotta come "panna con fermenti" ed ha una percentuale di grassi del 10%.. Qual è quella giusta per questa torta?

Grazie mille e complimenti ancora.
Gabriella.

*...Fabiana...* ha detto...

Ciao complimentoni per il blog e le ricette!!...sono davvero ottime!!...anche io da qualche mesetto ho aperto un blog (www.spadelliamo.blogspot.com)ed essendo una giovane cuoca...mi farebbe molto piacere leggere i tuoi commentini e che tu facessi parte dei miei sostenitori...per darmi qualche dritta :O) un ringraziamento in anticipo!!ti aspetto...smakkkkkkkkkk!! :O) e buona giornata!!

Tuki ha detto...

@ Chiara: spero di vederti presto :-*

@ Gabriella: la creme fraiche dovrebbe essere diversa dalla panna acida, sicuramente più delicata e meno acida. Se ricordo bene la panna acida che ho utilizzato l'ultima volta conteneva il 23% di grassi, ma la percentuale è molto variabile. Io ti direi di utilizzare quella con il 10% (è liquida o compatta e cremosa?), ma di sicuro la creme fraiche ti darebbe comunque un buon risultato. Fammi sapere!

Grazie a tutti per i dolcissimi commenti!

Acilia ha detto...

La torta al limone è una delle preferite di mia madre. Le preparerò questa, è bellissima e sembra ottima.
Ti lascio un abbraccio cara Tuki, in attesa del tuo compleanno :-)

G ha detto...

Meravigliosa. Sia tu che la torta. :)
E sappi che qui siamo tutti in impaziente attesa di conoscere le novità! ;)

Fiorella72 ha detto...

Tuki da me non vendono la panna acida. posso usare lo yogurt Magro?

Gabriella ha detto...

Ancora una volta devo ringraziarti: ho fatto la torta per un pranzo con degli amici (ho seguito il tuo consiglio, usando la panna acida al 10% che risultava abbastanza cremosa ma non troppo) ed è piaciuta a tutti. C'erano anche una crostata al cioccolato e il biancomangiare (un dolce siciliano), ma questa torta non ha affatto sfigurato. In particolare tutti abbiamo apprezzato il fatto che, come dicevi tu stessa, la sua semplicità non è sinonimo di banalità. Che dire... Grazie ancora!
Gabriella

Ebba ha detto...

Sono felice per aver scoperto la tua pagina, bellissime foto, dolci e tante cose da imparare! saluti da Croazia! :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Ciao carissima ho provato questa tua torta è stata davvero un successo..è sul mio blog sa ti av magari fai un giro cosi mi dici che ne pensi:D...sei davvero bravissima,baci imma

Tuki ha detto...

@ Fiorella: non è la stessa cosa ma viene benissimo comunque!

@ G: sono impaziente anch'io, pensa ;)

@Acilia: grazie, se la fai fammi sapere!

@ Gabriella: sono felice che vi sia piaciuta :)

@ Imma: passo a vedere..

Patrícia (Côco e Baunilha) ha detto...

Que bolo maravilhoso...
Adorei o teu blog...Belíssimo...
Bacio

http://cocoebaunilha.blogspot.com

ichigo ha detto...

adorabile...tanto che ho appena acceso il forno per provarla ;) poi ti farò sicuramente sapere.le tue foto sono sempre bellissime!

Lucia ha detto...

Questa torta è la fine del mondo! Immagino il profumo che emana...:-) Complimenti per le tue ricette e per il blog, che seguo da molto tempo. A presto!

cavoliamerenda ha detto...

acquolinissima!
bello questo approfondimento sugli effetti della lavorazione oltre che delle dosi diverse.
Domande da chi vuole imparare:
la prima)
dici che con questo metodo si ottiene una texture più fitta, a quale metodo fai riferimento? voglio dire: più fitta rispetto alla torta preparata come?

la seconda)
cosa succede se si usa al posto del burro un pari volume di olio?

grazie e scusa per lo sproloquio!
Chiara

Tuki ha detto...

@ cavoliamerenda: mi riferivo al fatto di montare a lungo le uova con lo zucchero, come per un pan di spagna, usando poco lievito. Olio? Non succede niente, viene diversa sicuramente ma è fattibile; per la sostituzione il peso dell'olio dev'essere circa l'80% del peso del burro :)

Anonimo ha detto...

Ciao! Ho fatto e sto mangiando questa torta fantastica! Non avendo panna acida ho sostituito yogurt al limone e aumentato lievemente la dose di burro... E niente lievito, viene soffice e bella piatta. Complimenti!

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI!!! UNA DOMANDA SI PUò PREPARARE LA TORTA LA SERA PRIMA? LA SI DEVE TENERE IN FRIGO? GRAZIE

Tuki ha detto...

@ anonimo: si può preparare tranquillamente la sera prima. In frigo meglio di no perchè, oltre a sciogliersi la glassa, avresti un dolce meno morbido.

Anonimo ha detto...

OK GRAZIE...:-) UN'ALTRA COSA LE DOSI DELLA GLASSA VANNO BENE PER UNA TORTA DAL DIAMETRO DI 26 MAX 30 O MEGLIO RADDOPPIARLE? SCUSATEMI MA HO PAURA CHE POI NN MI BASTI :-O

Anonimo ha detto...

Ti volevo ringraziare, ho fatto questa torta varie volte e la trovo buonissima!
Grazie

Daniela

Alessia Beltrame ha detto...

che delizia! dall'alzata alla glassa passando per la perfezione estetica nel taglio, e la texture sembra soffice e corposa al punto giusto. me la mangerei subito. ciao!

black_rose_kk ha detto...

Ho fatto questa torta in più di un'occasione e mi ha sempre fatto fare bella figura, per cambiare vorrei farla sotto forma di cupcake... secondo te quanto devo farli cuocere per non far seccare troppo il tutto?

Lascia un commento